Seguici su

Cerca nel sito

Pd: “La Certosa di Trisulti, un bel progetto di recupero”

Il consigliere Bianchi: "I risultati che si ottengono con l'aiuto delle associazioni"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Sembrava inimmaginabile solo un anno fa eppure succedera’ lunedì. Il Governatore del Lazio Nicola Zingaretti e del Presidente di Unindustria Lazio Maurizio Stirpe faranno un sopralluogo alla Certosa di Trisulti finalizzato al progetto di valorizzazione e recupero della stessa. Un gioiello di spiritualita’, arte e cultura incastonato nei monti Ernici dimenticato e abbandonato da tanti ma non da visitatori, associazioni e cittadini.  Per questo nel luglio del 2014 inviai una lettera al Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini per avere un intervento di conservazione e valorizzazione della Certosa” – lo dichiara la consigliera regionale Daniela Bianchi. 

“Ma non bastava, bisognava accendere un faro sulla Certosa – prosegue la Bianchi – Da qui, intercettando le richieste delle associazoni e grazie all’estrema disponibilità del Priore, organizzammo nel settembre dello stesso anno il convegno La Terra dei Cammini. L’obiettivo era aprire la riflessione sulle opportunità di sviluppo che possono nascere dalla cura di aree naturali, dei cammini e di luoghi come la Certosa. E fu centrato. Quasi inaspettatamente arrivarono oltre 300 persone, studiosi, appassionati, tecnici e amministratori. Lo stesso Assessore regionale all’Ambiente Fabio Refrigeri rimase colpito dalla bellezza e dall’unicità del luogo.
Fu una piccola scintilla che rese chiaro che era possibile ridare nuova vita alla Certosa, animarla di eventi e iniziative per salvarla, si aprì una crepa nell’indifferenza durata anni. Da quel momento, anche le associazioni capirono che andava fatto qualcosa”.
 
“Nacque la Onlus  gli  Amici della Certosa di Trisulti che con grande impegno e assieme ad altre associazioni avviò un vero movimento dal basso. In questi mesi hanno organizzato molti eventi, tra cui le visite dei campioni di ciclismo Vincenzo Nibali e Valerio Agnoli, e in collaborazione con il Fai sono riusciti a fare della Certosa il secondo sito più votato nel Lazio e il 32° in Italia – conclude la consigliera – Un impegno spontaneo che oggi sta dando i suoi frutti, con le Istituzioni finalmente attente e impegnate per salvare la Certosa. A dimostrazione che la partecipazione attiva dei cittadini, il loro essere sentinelle, può contribuire a cambiare le cose”.

Più informazioni su