Seguici su

Cerca nel sito

Esenzioni Irpef regionale all’esame della commissione Bilancio

Il provvedimento prevede l'esenzione della maggiorazione dell'addizionale regionale Irpef 2015 per redditi imponibili non superiori a 35 mila euro

Più informazioni su

Il Faro on line – La IV commissione Bilancio, partecipazione, demanio e patrimonio, programmazione economico-finanziaria, del consiglio regionale presieduta da Mauro Buschini (Pd), si è riunita oggi per la discussione generale della pl 261, concernente “Disposizioni finanziarie in materia di tributi regionali”, d’iniziativa della Giunta regionale. Il provvedimento prevede l’esenzione della maggiorazione dell’addizionale regionale Irpef 2015 per redditi imponibili non superiori a 35 mila euro e per i nuclei familiari con reddito imponibile fino a 50 mila euro e tre figli a carico (soglia innalzata di 5000 euro per ogni figlio a carico oltre il terzo).

La legge di stabilità 2015 definiva le misure relative all’addizionale regionale all’Irpef, aumentandola per l’anno d’imposta 2015 del 1,60% rispetto al 2013 e rinviando a un successivo provvedimento, la pl 261 appunto, la definizione delle esenzioni dagli aumenti. Grazie alla pl 261, dunque, l’addizionale Irpef pari al 3,33 per cento riguarderà solo i soggetti con reddito imponibile di oltre 35 mila euro, oltre alle esclusioni sopra ricordate per i nuclei familiari con 3 o più figli a carico.

La pl 261 interviene anche in materia di imposta regionale sulle emissioni sonore degli aeromobili (Iresa), tributo proprio regionale istituito con la finanziaria regionale 2013, adeguandola al decreto legge 145/2013 (Piano “destinazione Italia”), nel rispetto di una sentenza della Corte costituzionale sui limiti di tale tributo non favorevole alla Regione Lazio. Infine, l’articolo 3 della pl 261 prevede la possibilità di usufruire dell’esenzione temporanea dal pagamento della tassa automobilistica anche per i soggetti autorizzati o abilitati al commercio e alla rivendita dei veicoli concessi in uso noleggio senza conducente, di cui risultino già essere proprietari e, quindi, non soggetti all’obbligo di “minivoltura”, per il periodo di giacenza del veicolo presso tali soggetti.

Nel corso della discussione generale sono intervenuti la consigliera Valentina Corrado (M5s) – secondo la quale lo sgravio della maggiorazione Irpef è “apprezzabile e auspicabile” ma non è d’accordo con il provvedimento sulla tassa automobilistica – e il consigliere Michele Baldi (Lista Zingaretti), secondo il quale gli sgravi alle famiglie rappresentano un risultato importante per la maggioranza e la Giunta da calendarizzare al più presto nei lavori dell’Aula. Nella sua replica, l’assessore al Bilancio, Alessandra Sartore, si è soffermata sulla sentenza della Corte costituzionale che costringe la Regione Lazio a ridimensionare il gettito dell’Iresa, e sui possibili sviluppi futuri in materia di Irpef, qualora si uscisse dal commissariamento della sanità laziale.

Più informazioni su