Seguici su

Cerca nel sito

Passo della Sentinella, Noi Insieme: “Quale futuro?”

Satta: "Sarebbe giusto che maggioranza e opposizione si confrontassero, cercando insieme la soluzione ottimale"

Più informazioni su

Il Faro on line – “È ora di finirla, ora che la politica dica la verità. Sono decenni che i residenti storici del borgo di Passo della Sentinella vengono trattati come oggetti da rispolverare nelle campagne elettorali e da riporre poi in cantina appena la corsa alla poltrona e’ finita, lasciandoli in un continuo stato di abbandono e pericolo che viene dal fiume e dal mare. L’amministrazione dovrebbe con coraggio trovare una soluzione definitiva a chi ne ha diritto. Certo, politicamente è un impegno che alla fine inevitabilmente farà degli scontenti, ma sono importante la determinazione e la convinzione di ciò che dovrà essere fatto. Sono sicuro che alla fine basteranno” – lo dichiara Luigi Satta di Noi Insieme. 

“Il coraggio manca a colui o a coloro che indugiano ancora, a chi tergiversa per non affrontare i problemi scottanti che invece durante la campagna elettorale sembrano sempre risolvibili e in cima all’agenda politica di tutti – prosegue Satta – Una cosa non capisco: per millenni i fiumi hanno scavato il proprio alveo inondando le pianure in alcuni periodi dell’anno. Gli uomini hanno costruito prima villaggi, poi intere città vicino ai fiumi utilizzando all’inizio sistemi rudimentali via via più ingegnosi per proteggersi. Quali sono oggi le soluzioni per Passo della Sentinella? Oggi le grandi menti progettano un argine che di gran lunga dovrebbe proteggere gli abitanti? Ma quali? Perché non ci spiegano la logica e i criteri progettuali?

Sarebbe giusto che maggioranza e opposizione si confrontassero, cercando insieme la soluzione ottimale per garantire sia i cittadini dell’Isola Sacra e quelli del Passo della Sentinella. Per la politica sarebbe davvero doveroso”.

Più informazioni su