Seguici su

Cerca nel sito

Civitavecchia accoglie il Progetto Elpis Nave Ospedale Onlus

Caizza: "Le dimensioni della nave consentono di raggiungere zone in cui si arriva difficilmente via terra"

Più informazioni su

Il Faro on line – Con i saluti  dell’ammiraglio Pierluigi Piccolo, Presidente del Centro storico culturale del Corpo delle capitanerie di porto, di Stefano Gazzano, in rappresentanza dell’Autorità portuale di Civitavecchia, e del consigliere regionale David Porrello, intervenuto per il primo cittadino della cittadina laziale, è partito l’incontro organizzato dall’Associazione Elpis nave ospedale onlus sabato 4 luglio, ospite del Centro storico culturale delle capitanerie di porto. 
Sono interventi, portando il loro personale contributo di esperienze nel progetto Elpis nave ospedale il senatore Antonio D’alì, e Patrizia Gioia, membro del Consiglio della Fondazione Arbor Lugano, Alessandro Mambrini, padre salesiano ha ricordato l’impegno dei padri salesiani in Madagascar.

Moderatore per l’occasione l’avvocato Alessandro Zampone. Da parte dei relatori è stata sottolineata la volontà di proseguire a sostenere il progetto finalizzato a portare assistenza sanitaria alle popolazioni del Madagascar. Giancarlo Ungaro e Rosalba Caizza, presidente e vicepresidente dell’associazione dopo aver illustrato il progetto e ripercorso dall’inizio la storia che ha visto un vecchio rimorchiatore russo trasformarsi da peschereccio da rottamare in nave ospedale hanno sottolineato quanto ancora si può e si deve fare ancora per veder realizzato il progetto e salpare per l’Africa.

“Le dimensioni della nave – ha detto Caizza – consentono di raggiungere zone in cui si arriva difficilmente via terra. Elpis, non ha bisogno di essere accolta in grandi porti, può addirittura  risalire piccoli fiumi e portare speranza di cure a chi non ha nulla”. Tutte caratteristiche che rispondono esattamente all’idea del presidente Giancarlo Ungaro, volontario da tanti anni in Madagascar e conoscitore del territorio e delle esigenze dell’isola.

Elpis potrà raggiungere chi non ha speranza di cure, chi l’assistenza sanitaria non se la può pagare. Le prossime soste del viaggio divulgativo della nave ospedale Elpis sono previste nei porti di Marina di Pisa, Cagliari e Favignana.

Più informazioni su