Seguici su

Cerca nel sito

Differenziata case sparse, cambio del calendario

Il consigliere Onorati: "Attendiamo la rivisitazione del calendario per meglio far funzionare la differenziata nel Nord Case Sparse"

Più informazioni su

Il faro on line – “Il 7 luglio alle 14,30 i cittadini di Testa di Lepre si sono presentati in Consiglio Comunale con i loro cartelli per sostenere la mozione ‘case sparse’ sulla raccolta Differenziata. E’ stata una giornata caldissima, è saltata la corrente e nella casa comunale non ha funzionato l’aria condizionata. Nonostante tutto siamo andati avanti e siamo riusciti a stracciare il voto favorevole della Maggioranza per cambiare il calendario della differenziata. Abbiamo accettato un aggiustamento della mozione che chiedeva anche la riduzione di Tasi e Tari” – dichiara il consigliere comunale Giovanna Onorati.

“Mi sento soddisfatta – continua il Consigliere – credo che i problemi della gente non abbiano colore politico ed è giusto trovare soluzioni comuni senza alzare muri. Mi spiace per il consigliere De Vecchis, unico astenuto, che avrebbe voluto votare la mozione senza cambiamenti. La verità è che non avremmo ottenuto neppure la variazione del calendario, perchè la mozione sarebbe stata bocciata in toto, infatti la Maggioranza si era espressa contraria alla riduzione delle tasse!
Pertanto credo di aver fatto prevalere il buon senso, d’altronde se il servizio ci verrà garantito con il giusto potenziamento della raccolta è giusto pure pagare le tasse”.

Riporto il dispositivo della mozione approvata:“Considerato che ci sono circa oltre duemila cittadini che vivono a Tragliata, Tragliatella, Testa di Lepre e Castel Campanile. Considerato che tali  località non hanno regolari servizi: trasporto, illuminazione, acqua, fogne, e potrebbero essere paragonabili ad alcuni territori dell’Africa pur vivendo a 20 km dalla Capitale. Considerato  che questi cittadini nonostante i problemi e i disservizi pagano le tasse come tutti i cittadini del resto del Comune ; Tenuto conto che il problema di priorità e disponibilità finanziarie, sono legati alla programmazione del servizio raccolta. Tenuto conto che il calendario delle “case sparse” subisce un dimezzamento dell’intero servizio. Tenuto conto che l’isola ecologica dista ben 30 chilometri;Tenuto conto che il servizio della raccolta costa al Comune 8.700.000 euro + costo conferimento indifferenziato 4.654.977 euro + costo conferimento materiale differenziato 854.250,168 euroSi chiede al Consiglio Comunaled’impegnare Sindaco e Giunta a rivedere il calendario della differenziata potenziandone la raccolta.”

“Ad ogni buon conto – conclude la – Onorati – attendiamo la rivisitazione del calendario per meglio far funzionare la differenziata nel Nord Case Sparse ed evitare tante discariche domiciliari! Ringrazio per questo i consiglieri comunali che si sono sensibilizzati sulla questione e hanno votato favorevolmente la mozione”.

Più informazioni su