Seguici su

Cerca nel sito

Salviamo Ostia Antica: “La mafia, il malaffare, chi lo sa e chi non lo ha detto

Salviamo Ostia Antica: "Perfetta la presenza e la logica dei tanti amministratori di questo territorio"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Cosa curiosa, in questo lembo di terra, improvvisamente, si e’ scoperta la “mafia”, il malaffare, un presidente Tassone (forse inesperto, ingenuo, ingordo?) ha perso la poltrona proprio per questo, come se le infiltrazioni malavitose e mafiose fossero disgrazie di questi ultimi ventitre mesi, improvvisamente, Ostia, diventa la stella cometa da recuperare prima che si perda negli oscuri meandri di giochi mafiosi e malavitosi. Un sindaco di Roma, che dichiara: “… Non mi sono svegliato adesso, ero a conoscenza delle criticità di questo territorio…” – lo dichiara Gaetano Di Staso Associazione “Salviamo Ostia Antica”.

“Un ennesimo insulto – dichiara Di Staso – all’intelligenza di chi in questo territorio ci vive e ne subisce tutte le malefatte per incuria e indifferenza istituzionale. Non è molto lontano il triste ricordo dell’alluvione del gennaio 2014, quando l’intero X municipio, e nei suoi punti più critici, ha subito un alluvione di eccezionale portata mettendo in ginocchio e sul lastrico decine di famiglie. Proprio in quella infausta situazione i cittadini con l’ausilio dei CdQ e Associazioni territoriali hanno occupato il Municipio per manifestare la propria rabbia e disperazione, chiedendo l’aiuto di Roma (Marino) e della Regione Lazio (Zingaretti) che sistematicamente hanno rifiutato qualsiasi incontro e qualsiasi contatto (cit. di Marino: “Non mi sono svegliato adesso, ero a conoscenza delle criticità di questo territorio”) mai nulla di più falso da parte del primo cittadino di Roma e patetica l’innocenza di Zingaretti”.

“Molto reattivi e presenti invece – informa il referente dell’associazione – proprio venerdì 10/4/2015 per la “passerella” al Sant’Agostino per inaugurare, apprezzabilissimo, la Nuova Casa della Salute, che si sta rivelando un pessimo affare, con uno spiegamento di mezzi e di uomini, da sommossa popolare, decine di vigili a dirigere un traffico inesistente, mezzi Ama a go-go, mezzi che nell’entroterra lidense se ne ignora l’esistenza”.

“Si è dovuta azzerare una intera Giunta municipale – conclude Di Staso – per avere l’attenzione di una Roma Capitolina con una memoria labile verso un Municipio X da sempre e comunque lasciato in balia degli eventi (malavitosi e mafiosi) riconosciuti e radicati da 30 anni…..
Grazie per l’interesse che avete mostrato  (solo ora) sig. Sindaco di Roma Ignazio Marino e al sig. Governatore della Regione Lazio Nicola Zingaretti, ricordandovi che: Non è mai troppo tardi!”.

Più informazioni su