Seguici su

Cerca nel sito

Tentata rapina all’ufficio postale di Tor San Lorenzo

Un agente della Polizia di Stato del reparto mobile di Roma è intervenuto nel pieno della notte se pur fuori servizio

Più informazioni su

Il Faro on line – Nel lanciare per primo la notizia sul clamoroso sfondamento della parete dove è situato il bancomat dell’ufficio postale di Tor San Lorenzo preso d’assalto da malviventi, e’ overoso a bocce ferme, e chiariti tutti gli avvenimenti, riportare l’esatta cronologia degli eventi che si e’ andata a verificare. Con tutta calma si evince la coraggiosa azione di polizia giudiziaria che hanno visto un agente della Polizia di Stato del reparto mobile di Roma intervenire nel pieno della notte se pur fuori servizio svegliato dal clamoroso boato che ha prodotto lo sfondamento con camion contro la parete dell’ufficio postale.

I fatti raccontati da quanti erano giunti per primi e dalle notizie apprese in un primo momento, nessuno (forse perché ancora non si erano chiariti tutti gli avvenimenti) ha riferito che l’arresto di uno dei banditi era merito dell’agente della P.S., se pur il vigilantes ha dato ausilio all’arresto trovandosi per servizio a transitare vicino al luogo del misfatto contestualmente all’arrivo volontario dell’agente della Polizia di Stato.

Coincidenza che ha fatto fallire il colpo mettendo in fuga i ladri. L’agente, sceso in strada al grido inascoltato di “polizia, polizia fermi tutti” e senza perdersi di coraggio da solo ha inseguito ed arrestato uno dei componenti la banda consegnandolo ai suoi colleghi di Anzio prontamente intervenuti se pur da oltre venti chilometri di distanza, tanto dista dal luogo del furto il commissariato di Anzio.  

Fatto questo che ha fatto ricevere all’agente operante i complimenti della città ormai sotto assedio di bande criminali che non si fanno scrupolo di rubare neppure nelle case mentre la gente dorme. L’arrestato è stato accompagnato presso il Tribunale di Velletri anche dall’agente quale agente operante che ha proceduto all’arresto come risulta dagli atti del processo e processato per direttissima.  
 
Luigi Centore

Più informazioni su