Seguici su

Cerca nel sito

Fiva-Confcommercio: il sindacato di 500 imprenditori ambulanti

Il Commercio su Aree Pubbliche, è uno dei settori che ha risentito meno di altri gli effetti della contrazione dei consumi

Più informazioni su

Il Faro on line – Si è svolta – presso la sede della Confcommercio Imprese per l’Italia della Provincia di Latina – l’Assemblea degli operatori su aree pubbliche aderenti alla Fiva -Confcommercio Provinciale di Latina. La Fiva-Confcommercio e’ l’organizzazione degli ambulanti a cui aderiscono circa 500 dei 1.500 imprenditori ambulanti che ogni giorno sviluppano la loro attivita’ nei mercati giornalieri, settimanali ed in forma itinerante contribuendo in maniera sostanziale alla vita delle città e dei paesi della nostra Provincia.

L’Assemblea, alla quale hanno partecipato numerosi operatori, si è tenuta alla presenza del Vice Presidente con Delega alla Organizzazione, Servizi ed Attività, Giovanni Acampora, del Vice Presidente con Delega alla Organizzazione Politica e Sindacale, Italo Di Cocco, del Direttore Provinciale Confcommercio, Salvatore Di Cecca, e del Responsabile Provinciale delle Relazioni Sindacali, Marrigo Rosato. Al termine della riunione, la cui discussione è stata caratterizzata da un forte spirito di unitarietà e di responsabilità, gli operatori presenti hanno provveduto al rinnovo delle cariche, confermando quale Presidente Provinciale della Fiva – Confcommercio Roberto Delle Fontane, già Presidente Provinciale e Regionale,  ed eleggendo quali componenti del Consiglio Direttivo i seguenti operatori: Bonomo Alessio, Caccavone Vincenzo, Civiero Luisa, Delle Fontane Armando, Fall Fara Coumba, Garofano Michele, Hasan Md Abul, Lauretti Andrea, Lionello Antonio, Nardin Claudio, Parasmo Bruno, Pezzone Giuseppe, Sepe  Sandra, Tofoni Mauro e Wahab Asharaf Abdel.

Significativo è il processo di sviluppo e di radicamento della Fiva-Confcommercio su tutto il territorio della Provincia di Latina, confermato dalla presenza nel Direttivo di esercenti che operano nei mercati settimanali più importanti della nostra provincia, quali Latina, Fondi, Formia, Terracina, Cisterna, Pontinia, Sabaudia, Sperlonga  ed altri. Di particolare importanza è l’ingresso nel Direttivo Provinciale di due extracomunitari – Fall Fara Coumba e Hasan Md Abul, del Senegal il primo e del Bangladesh il secondo, a cui si aggiunge anche la presenza di Wahab Asharaf Abdel, egiziano, che ha già ricoperto la carica di Presidente della Fiva-Confcommercio di Fondi – a dimostrazione dei processi di integrazione che si stanno realizzando sempre di più nei mercati della nostra provincia e del livello di rappresentatività della Fiva in tutto il territorio.

La elezione del nuovo gruppo dirigente costituisce un’altra tappa per la difesa e la valorizzazione dei mercati nella attuale congiuntura e nelle sfide che attendono gli operatori nella applicazione della cosiddetta Direttiva Bolkestein e nella costituzione delle Reti di Imprese, come previsto nel Testo Unico sul Commercio in corso di approvazione dal Consiglio Regionale del Lazio. Il Commercio su Aree Pubbliche, infatti, è uno dei settori che ha risentito meno di altri gli effetti della contrazione dei consumi, essendo i mercati luoghi dove la vastità dell’offerta merceologica si coniuga sempre di più con la convenienza per favorire una platea di consumatori dal reddito medio-basso. Tuttavia nei mercati non mancano le occasioni dei prodotti di qualità e si sviluppano sempre di più le iniziative per la valorizzazione dei prodotti enogastronomici tipici del nostro territorio. Oggi le nuove sfide che si aprono per gli operatori riguardano la riqualificazione dei mercati, il miglioramento delle strutture per favorire la loro fruizione, la lotta all’abusivismo commerciale, le iniziative per scongiurare gli effetti del federalismo fiscale – che induce spesso i Comuni ad applicare tariffe insostenibili per l’occupazione del suolo pubblico e per lo smaltimento dei rifiuti. 

Ma il tema principale è dato dagli effetti perversi della  cosiddetta Direttiva Bolkestein che ha costretto lo Stato Italiano a prorogare la durata delle Autorizzazioni fino al 5 luglio del 2017 a cui seguirà una ulteriore proroga di ulteriori, massimo, 12 anni. È su questo fronte che si concentrerà il massimo sforzo della categoria per scongiurare che migliaia di aziende a conduzione prettamente famigliare, tra qualche anno, debbano cessare la loro attività per decisioni assurde dell’Unione Europea a cui saranno obbligati al rispetto tutti i Comuni d’Italia.

La Fiva-Confcommercio Provinciale di Latina, proprio su questi argomenti organizzerà nel mese di ottobre due Assemblee che si terranno a Latina ed a Formia a cui saranno invitati a partecipare tutti i Sindaci ed i Dirigenti dei Settori Commercio ed Attività Produttive per definire le modalità di attuazione di questa fase transitoria e per discutere le possibili soluzioni alle scadenze delle Autorizzazioni Amministrative. Si tratterà di due momenti di mobilitazione di tutta la categoria per sensibilizzare le Istituzioni ad interrogarsi sulle iniziative da sviluppare congiuntamente su tale problematica.

Più informazioni su