Seguici su

Cerca nel sito

Ennesimo incendio doloso a poche centinaia di metri dall’Aula Consiliare

Sul posto i vigili del fuoco di Pomezia, il cui intervento ha evitato danni anche alle abitazioni sovrastanti

Più informazioni su

Il Faro on line – Ennesimo incendio doloso verso le 22,30 nel comune di Ardea a pochi centinaia di metri dall’aula consiliare ove si svolgeva il consiglio comunale ritenuto il più luminoso dell’era Di Fiori. Sabato scorso l’incendio del capannone sportivo del tennis, nella settimana l’incendio della Smart di un noto ristoratore, successivamente in via Laurentina a Tor San Lorenzo l’incendio di un furgone e, ieri sera l’incendio dell’ennesimo capannone stipato di fieno dato alle fiamme. Questi gli incendi di cui siamo venuti a conoscenza.

Questa volta la struttura andata completamente distrutta, come le circa 200 balle di fieno in essa stipate. La struttura ubicata in una strada di campagna chiusa il cui transito è adibito soltanto per le persone che vi hanno l’abitazione, segno che l’autore o più di loro vi ci sono recati con premeditazione. Le indagini sono a tutto campo, il proprietario un giovane agricoltore, ha dichiarato: “non capisco il perché e come sia potuto accadere, non c’è impianto elettrico all’interno, e ancor meno visto l’ora tarda non può essere un’auto combustione”.

Sul posto i vigili del fuoco di Pomezia il cui intervento ha evitato danni anche alle abitazioni sovrastanti, che per il denso fumo i proprietari sono dovuti uscire all’aperto. I vigili del fuoco instancabili hanno fatto fatica a domare le fiamme che si sono sprigionate dalle balle di fieno che vengono rimosse dall’interno. Il capannone una tensostruttura è andato completamente distrutto bruciati i teloni e piegate le strutture che dopo la ripulitura del sito dovranno essere demolite.
Circa 100mila euro di danni. Sul posto i carabinieri della locale tenenza che da subito hanno dato inizio alle indagini. Ormai non passa settimana che non va a fuoco qualcosa, c’è chi pensa ad una “banda” del fine settimana, chi a per sminuire la gravità di quanto accade sempre più ad Ardea li aggettiva come “teppistelli”.

Una cosa è certa, da tre anni Ardea brucia peggio di Caronia paese del messinese, soltanto che a Caronia hanno assicurato alla giustizia l’autore degli incendi, ad Ardea ancora dopo oltre tre anni che si sono visti andare a fuoco attività commerciali, l’ufficio tecnico comunale, auto di politici sindaco in testa, giornalisti e cittadini comuni, capannoni ed autovettura dell’ex comandante la stazione dei carabinieri  ancora nessuno viene assicurato alla giustizia.
 
Luigi Centore  

Più informazioni su