Seguici su

Cerca nel sito

FdI-An interviene sulla piscina comunale

Il portavoce Verni: "Pensare che una struttura sportiva sia lasciata allo sbando e all'incuria, non fa di questo territorio un luogo civile"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Io ed alcuni amici stavamo andando al mare quando, passando davanti alla piscina comunale, abbiamo notato il cancello (lato Aurelia) aperto, con tutte le conseguenze immaginabili che ne potevano conseguire (o che, magari, ne sono già derivate) e così abbiamo deciso di farci una nuova foto ricordo, anche per tenere viva l’attenzione su questo problema (di cui ci stiamo già occupando nelle sedi opportune, per quanto di competenza e secondo le nostre attuali possibilità) che costituisce una vera e propria ferita per la città” – lo dichiara Marco Valerio Verni, portavoce di Fratelli d’Italia e delegato alla Legalità per il Comune di S. Marinella. 

“Come per la biblioteca – prosegue Verni – anche per la piscina vorremmo che si addivenisse al più presto alla riapertura della struttura che, vedendo come è ridotta adesso, non può che suscitare sentimenti di sdegno i quali, sicuramente, non possono non essere condivisi da chi abbia una coscienza civica, amore per la città ed interesse per i suoi abitanti. Speriamo di non doverci trovare a fare troppe altre foto del genere, altrimenti le potremmo anche noi raccogliere in un libro dal titolo che, parafrasando una battuta di un noto film, potrebbe benissimo essere S. Marinella: guardate come eri.. guardate come sei”. 

“Per gli sciacalli – sostiene il portavoce – che sicuramente strumentalizzeranno queste parole, già dico, rubando le parole a qualcuno, di stare sereni, Fratelli d’Italia è in maggioranza, ma con una sua identità, dei suoi valori e delle sue idee”.

“Naturalmente – ha concluso Verni – abbiamo prontamente segnalato la vicenda alla Polizia Locale, affinché provvedesse di conseguenza. Tra i partecipanti alla spontanea ed improvvisata foto ricordo, anche alcuni esponenti del direttivo locale del partito di Giorgia Meloni, tra cui Emanuela Lupo e Simone Di Mauro”.

Più informazioni su