Seguici su

Cerca nel sito

Operazione Mare Sicuro: La Guardia Costiera ha operato su tutto il litorale

Controlli negli stabilimenti balneari, sulle imbarcazioni e sulla documentazione amministrativa

Più informazioni su

Il Faro on line – Nel week-end appena trascorso, la Guardia Costiera di Gaeta nell’ambito dell’Operazione Mare Sicuro, con l’impiego di mezzi navali e terrestri, ha sottoposto a controllo diverse attivita’ balneari tra Gaeta e Sperlonga. In particolare i controlli sono stati mirati alla verifica delle attività di noleggio di attrezzature da spiaggia ed al monitoraggio del rispetto delle norme di sicurezza in mare, nonché a riscontrare le numerose segnalazioni pervenute al numero di emergenza 1530 da parte di bagnanti che lamentavano il mancato rispetto delle norme contenute nelle ordinanze di sicurezza balneare.

A seguito dei controlli esperiti è emerso che un complesso balneare nella zona dell’Arenauta occupava con numerosi lettini da spiaggia, oltre alla propria area in concessione, anche la fascia della battigia riservata al libero transito, in violazione alle norme di legge. Una volta provveduto alla rimozione ed alla restituzione del tratto di spiaggia alla libera fruibilità, si procedeva a contravvenzionare il titolare dello stesso ai sensi di legge.

Successivamente venivano ispezionati ulteriori due complessi praticanti l’attività di noleggio attrezzature da spiaggia procedendo ad effettuare riscontri sulla documentazione amministrativa, dai quali emergevano alcune carenze documentali che saranno oggetto di ulteriori approfondimenti presso la competente autorità comunale.
Nel corso dei pattugliamenti via mare finalizzati a monitorare il rispetto da parte dei diportisti dei limiti di velocità e di distanza dalla costa, lungo il litorale di Sperlonga, si è provveduto a sanzionare due conducenti di moto d’acqua per mancanza delle previste dotazioni di sicurezza e di un diportista per aver violato i limiti massimi di velocità consentiti nella rada di Gaeta. Numerose sono state poi le segnalazioni relative alla pratica del Kite-surf sul litorale del Salto di Fondi, in violazione delle norme che ne regolano l’attività, da parte di bagnanti infastiditi dalle pericolose evoluzioni delle tavole all’interno della fascia riservata alla balneazione.

Si provvedeva pertanto anche in tal caso ad impiegare una pattuglia via terra coadiuvata da un battello veloce via mare che presidiavano la zona segnalata nelle ore pomeridiane di sabato e domenica, garantendo che la pratica di tale attività avvenisse nel rispetto delle regole. I controlli in mare si sono susseguiti durante tutta la giornata di domenica, anche lungo il litorale di Formia e Marina di Minturno, al fine di verificare un presunto inquinamento segnalato ma non riscontrato ed assicurare il rispetto della fascia riservata alla balneazione da parte di alcune unità a motore di cui tre venivano verbalizzate per aver invaso l’area riservata ai bagnanti. 30 le unità da diporto sottoposte a controllo in mare e 15 i complessi balneari ispezionati.

Non sono mancati diportisti virtuosi a cui sono stati rilasciati i primi Bollini Blu, a testimonianza del rispetto di tutte le norme previste in materia di sicurezza della navigazione. Alle unità ispezionate è stato rilasciato il previsto talloncino adesivo da posizionare sulle unità, allo scopo di evitare duplicazioni di controlli in mare.

Più informazioni su