Seguici su

Cerca nel sito

Aranova senz’acqua: assemblea pubblica e centinaia di lettere all’Acea

Il presidente Severini: "Assurdo che nel 2015 ci siano famiglie senza l'allaccio all'acqua potabile"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Centinaia di lettere all’Acea con la scritta: “Siamo senz’acqua”. E’ la prima delle tante azioni, concordate venerdi’ scorso nell’assemblea pubblica organizzata da Crescere Insieme, che si metteranno in piedi per richiamare l’attenzione degli enti competenti. “L’ordine del giorno approvato dal consiglio comunale qualche settimana fa va bene ma ora servono i fatti. Da anni sentiamo solo promesse e belle intenzioni ma la situazione non cambia. Decine e decine di famiglie nel 2015 sono ancora senza l’allaccio per l’acqua potabile, centinaia e centinaia ogni estate si ritrovano con il flusso idrico pari a zero e devo fare a meno dell’acqua dalle sei del pomeriggio alla mattina dopo” – lo dichiara il presidente dell’associazione Crescere Insieme, Roberto Severini. 

“Una situazione insostenibile – spiega Severini – che va assolutamente risolta. Dispiace che Acea non abbia garantito la sua presenza all’assemblea. In accordo con il sindaco Montino abbiamo deciso di programma un nuovo incontro. In quell’occasione chiederemo un impegno scritto e documentato all’Acea e all’amministrazione per sapere cosa abbiano fatto e come intendano risolvere definitivamente questo problema, cavalcato in campagna elettorale sia dal primo cittadino che da molti consiglieri di zona. Sarebbe stato assurdo pretendere da questa maggioranza una soluzione il primo giorno, ma sono passati due anni e mezzo ed è ora che si vedano i risultati. Attendiamo delle risposte, altrimenti ognuno poi sarà libero di intraprendere le iniziative più opportune”. 

“Cosa chiediamo? – incalza il Presidente -: Interventi immediati per implementare la rete idrica di Aranova. Senza quelli inizieremo una serie di proteste che culmineranno con una diffida nei confronti di Acea e dell’amministrazione comunale. Abbiamo già iniziato a inviare decine di lettere di protesta.
È solo un assaggio. Ringrazio tutti i partecipanti, il Gruppo Storico di Aranova e la ProLoco che hanno fatto sentire la loro presenza.
Dispiace invece che un’associazione del territorio abbia declinato l’invito decidendo di non appoggiare questa battaglia di civiltà”.

Più informazioni su