Seguici su

Cerca nel sito

Terracina Jazz Fest: quattro serate di grande musica per l’estate

Iudicone: "Terracina merita appuntamenti culturali di livello internazionale"

Più informazioni su

Il Faro on line – Al suo esordio di un anno fa, serate e artisti di livello internazionale. Per questa seconda edizione si replica dal 22 al 25 luglio con quattro appuntamenti imperdibili nei suggestivi scenari offerti da Piazza Porta Nova e Piazza Santa Domitilla. L’idea di Massimo Iudicone, ideatore e direttore artistico dell’evento, appassionato di jazz e fondatore dell’etichetta indipendente Rudi Records, e’ di proporre al pubblico un repertorio musicale d’eccezione, tra contaminazioni e improvvisazione, tradizione e scoperta, in grado di spaziare ben oltre i confini del jazz più classico e conosciuto.

Il risultato è una kermesse che rappresenta per il territorio un’assoluta novità e che quest’anno si presenta con un inedito binomio tra musica e gusto. Ben 18 tra i più prestigiosi ristoranti di Terracina hanno infatti deciso di collaborare con il TJFest e proporre un menù speciale nelle serate dei concerti. Si comincia mercoledì 22 luglio, alle 22.30, quando sul palco allestito in Piazza Porta Nova si esibirà Antonello Salis, autentico poeta del jazz che vanta un percorso musicale ormai decennale, costellato di eccellenti e prestigiose collaborazioni Si prosegue poi giovedì 23 luglio, sempre alle 22.30 in Piazza Santa Domitilla, con Sara Jane & Paolo Ceccarelli duo, due fratelli, voce e chitarra, che da anni collaborano con grande affiatamento incantando il pubblico con un sound personalissimo, con il quale arrangiano i classici dei generi più diversi, spaziando dalle più classiche ballad jazz e blues a pezzi di autori come Leonard Cohen e Lou Reed.

Componenti e collaboratori di progetti quali l’Orchestra Nazionale Jazz giovani talenti, si sono esibiti al concerto del Primo Maggio a Roma e hanno appena inciso la loro prima raccolta di inediti, in uscita nel 2015.Il 24 luglio, in Piazza Porta Nova, è la volta invece dei Roots Magic la cui musica attinge alla tradizione afro americana, passando dal blues al jazz creativo e proponendo al pubblico repertori musicali in perfetto equilibrio tra tradizione e innovazione. Come dimostra il primo cd del gruppo Hoodoo Blues & Roots Magic, pubblicato dall’etichetta portoghese Clean Feed, in uscita proprio in questo mese.

Chiude la seconda edizione del TJFest, sabato 25 luglio, in Piazza Santa Domitilla Daniele Sepe & Groove Crew con un live che riconduce il jazz alla sua più autentica anima comunicativa e popolare, lontana dagli ambienti asettici e mondani dove sempre più spesso, negli ultimi tempi, questo genere musicale viene alloggiato.

“Terracina merita appuntamenti culturali di livello – spiega il direttore artistico Massimo Iudicone – Per questo il TJFest cresce e propone buona musica e artisti di livello internazionale, in una splendida cornice naturale: il centro storico di Terracina. Per questa seconda edizione ci presentiamo al pubblico con una serie di novità e grandi artisti, ma nel solco inaugurato l’anno passato: quello della libertà e dell’improvvisazione, che rappresentano l’anima e il cuore del jazz. Siamo sempre più convinti che la cultura rappresenti un volano di sviluppo importante nell’economia di un territorio e il TJFest ne è una dimostrazione”. 

Più informazioni su