Seguici su

Cerca nel sito

Sanità, liste d’attesa, Fi: “Ancora fallimenti per Zingaretti”

I Consiglieri Aurigemma - Palozzi: "I dati fanno rabbrividire, molto spesso per una visita si attende anche dai dieci ai dodici mesi"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Mentre Zingaretti si ripete con il solito annuncio (stavolta sul Forlanini), il suo fallimento è sempre più evidente. Parliamo naturalmente di sanità e nel caso specifico di liste d’attesa: i dati, in alcuni casi, fanno rabbrividire. Molto spesso per una visita si attende anche dai dieci ai dodici mesi. Menomale che Zingaretti, nei suoi tanti annunci, aveva affermato nei mesi scorsi che il fenomeno si stava attenuando”. Lo dichiara il Capogruppo di Forza Italia della regione Lazio e vice presidente della Commissione Salute Antonello Aurigemma.

“Perdipiù – continua Aurigemma – proprio di oggi è la notizia che una donna ha atteso 13 mesi a Rieti per una risonanza, che poi all’ultimo momento le era stata anche spostata. Poi, finalmente, dopo pochi giorni la prestazione è stata effettuata. Questa è la realtà. Questi i risultati disastrosi raggiunti da Zingaretti, sempre più in confusione. Manca la benché minima programmazione, manca personale”.

“E poi – conclude il Consigliere – a tutto questo si aggiungono le politiche scellerate di tagli di reparti e posti letto. Le critiche verso le sue scelte scriteriate sono all’ordine del giorno, e le proteste arrivano direttamente da esponenti di centrosinistra. Questo la dice lunga sul suo immobilismo e sulla sua totale incapacità nell’affrontare le criticità del nostro territorio”. 

“Nuovi allarmanti dati sulle liste d’attesa del Lazio, sempre più infinite. A parte qualche rara eccezione positiva, in numerose strutture della Regione si attende fino ad un anno per accedere ad alcune prestazioni sanitarie”. Così il consigliere regionale di Forza Italia, Adriano Palozzi.

“Come rileva un autorevole quotidiano romano, infatti – spiega il Consigliere – questo mese il centro unico di prenotazione registra ben 51 tipi di appuntamenti oltre i 200 giorni e 15 oltre i 300. Questo è davvero troppo per i già sfiancati cittadini-utenti del nostro territorio, abituati a fare i conti con i mirabolanti annunci spot del presidente Zingaretti, a sua volta troppo impegnato a farsi bello con fumosi tagli di nastro ma poco attento alle reali dinamiche sanitarie della regione”. 

“L’augurio – conclude Palozzi – è che i dati sulle liste d’attesa sveglino il governatore del Lazio dal suo torpore istituzionale”.

Più informazioni su