Seguici su

Cerca nel sito

Trasporti, Fi: “Dare dignità ai passeggeri della Roma-Lido

Il Consigliere Aurigemma: "Bisogna valutare seriamente e concretamente la possibilità di cambiare gestore"

Più informazioni su

Il Faro on line – “La Regione è uscita allo scoperto sulla Roma Lido. Oggi abbiamo presentato  in aula, durante la seduta consiliare, una interrogazione per sapere cosa sta facendo la Regione a seguito dei profondi disagi relativi alle ferrovie concesse ( Roma Lido e Roma Viterbo)”. Lo dichiara il Capogruppo di Forza Italia della regione Lazio Antonello Aurigemma.

“Corse soppresse, ritardi e inefficienze: queste le condizioni di viaggio che stanno portando all’esasperazione i pendolari – prosegue il Capogruppo – E stavolta l’assessore Civita, entrando nel merito, è stato molto chiaro. Ossia ha riconosciuto i disagi e la situazione critica, l’incapacità del Comune e di Atac di risolverli, inoltre ha parlato anche di ipotesi di progetti di finanza per la gestione di queste tratte in futuro (ricordiamo che queste linee sono di proprietà della regione e gestite da Atac).

L’assessore ha continuato affermando che di questo ne stanno parlando con Roma Capitale. Secondo noi, questo è uno scenario da non sottovalutare. Anzi, in più di una occasione abbiamo specificato che la nostra priorità è quella di tutelare l’utenza e garantire un servizio di qualità ai cittadini”.

“Perciò – conclude Aurigemma – visti i disagi e considerata l’inaffidabilità di Atac e del campidoglio, bisogna valutare seriamente e concretamente la possibilità di cambiare gestore. Quindi, anche a seguito delle parole dell’assessore, ritengo opportuno affrontare la questione con tutte le parti in causa nella commissione competente, analizzando quindi anche le ipotesi di project financing.
L’obiettivo deve essere quello di lavorare tutti insieme per il bene dei nostri cittadini, valutando le varie  eventualità esistenti. Ripetiamo: non possiamo continuare cosi, bisogna ristabilire condizioni di viaggio umane per i cittadini”. 

Più informazioni su