Seguici su

Cerca nel sito

Al via l’edizione 2015 del Sabaudia Musica Festival 

L'Assessore Gelardi: Un grande evento motivo d'orgoglio per tutta la città"

Più informazioni su

Il Faro on line – Sta per iniziare l’edizione 2015 del Sabaudia Musica Festival, manifestazione organizzata dall’Assessorato alla Cultura, Turismo, Spettacolo e Sport del Comune di Sabaudia in collaborazione con l’Associazione Convivium Pro Musica, con la direzione artistica del M° Francesco Belli. Così presenta il Festival l’Assessore Marilena Gelardi: “L’appuntamento con il Sabaudia Musica Festival, atteso da sabaudiani e turisti, non poteva mancare neanche quest’anno. E’ sempre tra i primi eventi che il settore mette in calendario ogni estate, infatti, perché incontra il gradimento del pubblico e perché i concerti sono di altissimo livello. Fiore all’occhiello della programmazione, dunque, ma anche motivo di orgoglio per tutta la città”.

Quattro appuntamenti, variegati negli organici e nei programmi, per godere ancora delle magiche notti sabaudiane, accolti da  atmosfere musicali a volte suadenti, potenti a volte ritmiche o nostalgiche.Per l’inaugurazione di scena il Coro Annuntiatae Cantores Città di Sabaudia e l’orchestra Latina Philharmonia che giovedì 30 luglio renderanno omaggio, sotto l’attenta bacchetta del M° Belli, alla Chiesa e Parrocchia di Sabaudia in occasione dell’ottantesimo anniversario della sua inaugurazione. Una scelta condivisa dal direttore artistico e dall’Amministrazione quale profondo ringraziamento alla Comunità dei frati prima ed ora al parroco Don Massimo per aver reso la Parrocchia un luogo di accoglienza non solo religioso, ma anche delle istanze sociali e culturali dei cittadini.

Nella Chiesa SS. Annunziata alle ore 21.30 potremo ascoltare un programma interamente vivaldiano con il Concerto per oboe e fagotto RV 545, e il Gloria in re maggiore RV 589 per soli, coro, orchestra e basso continuo, quest’ultimo una delle pagine più avvincenti e conosciute del musicista veneziano. Soliste il soprano Lillina Moliterno e il mezzosoprano Eleonora Cipolla le cui voci hanno già riecheggiato nella Chiesa di Sabaudia nel Magnificat di Vivaldi proposto dal connubio Annuntiatae Cantores – Latina Philharmonia nel concerto di Natale 2014.

Per il concerto RV 545,  unica composizione conosciuta per questa formazione, di scena due docenti del Conservatorio “Respighi” di Latina e apprezzati concertisti: Paolo Di Cioccio e Marco Dionette.Il Festival proseguirà poi il 2, 7 e 13 agosto presso la sua sede storica, la corte del Palazzo comunale sempre alle ore 21.30 con tre programmi singolari: l’Iris Ensemble, il Gruppo “Ottoni d’Autore” e la P.O.E.M., Piccola Orchestra Etnica Mediterranea.

Il 2 agosto il Trio Iris, composto dal soprano Lillina Moliterno, dalla flautista Carolina Ramos e dalla clavicembalista Catia Rocci, tre musiciste che hanno unito le loro esperienze e formazioni per un progetto comune che intende celebrare il grande repertorio dei compositori del periodo barocco, per il Festival accoglie la violoncellista Daniela Mammucari e la flautista Lady Johanna Lopez, per realizzare un programma pensato per il Sabaudia Musica Festival dal M° François Dolmetsch, ospite d’onore del Festival sin dal 1996. Il M° Dolmetsch è nipote di Arnold Dolmetsch, una delle figure più rilevanti nella promozione e la riscoperta della musica antica nei primi decenni del XX secolo.

Il 7 agosto protagonisti gli ottoni d’autore, un gruppo di musica da camera formato da cinque elementi: due trombe, corno, trombone, bassotuba; cinque professionisti desiderosi di divertirsi e divertire, che si propongono come obiettivo quello di far conoscere ed apprezzare le possibilità tecniche ed espressive dei loro strumenti eseguendo musica originale per ottoni e non solo. Sfruttando al massimo la versatilità e la potenzialità dei singoli strumenti, il gruppo si presenta con un repertorio che va dalla musica antica ai più moderni arrangiamenti di musica jazz e contemporanea, riservando un posto privilegiato per la musica da film. 

Conclude la stagione 2015 lo spettacolo Naviganti “Canti di un mare antico…” a cura della P.O.E.M., Piccola Orchestra Etnica del Mediterraneo il 13 agosto, con la direzione artistica di Sergio Trojse che così presenta il concerto: “Quella del Mediterraneo è una cultura millenaria, espressione di una civiltà antica quanto l’uomo, che travalica gli attuali confini politici, ideologici e religiosi. E’ un sentire comune che affonda le radici nel mito, nella storia, nella memoria atavica… E’ una storia scolpita dai flutti, incisa nella terra e nell’anima dei popoli del mare. La P.O.E.M. è un gruppo musicale acustico tradizionale, sia per gli strumenti utilizzati che per i repertori ai quali si dedica. Gli spettacoli proposti, riguardano il patrimonio musicale popolare dell’Italia meridionale senz’altro “Mediterraneo” per le tante influenze di origine greco-balcanica e arabo-spagnola. Non mancano escursioni verso la musica tradizionale dell’America latina”.

Più informazioni su