Seguici su

Cerca nel sito

Intervista ad Abate sul silenzio dei consiglieri di maggioranza

Abate: "Aumenti di Tasi e Tari... tutto questo a cosa servirà? Ai cittadini? No"

Più informazioni su

Il Faro on line – Tra tante disgrazie, gode di una situazione climatica favorevole in giornate calde come quelle che stanno caratterizzando l’estate. La leggera brezza marina che ci arriva la sera dopo il tramonto un poco ci lascia respirare. Ci lascia invece letteralmente senza fiato quanto ci arriva dal colle della rocca e la temperatura imposta dalla politica è in questo caso al “calor bianco”. Abbiamo incontrato Il capo-cartello Pd, Antonino Abate, all’uscita della commissione di controllo e garanzia e abbiamo chiesto a lui un’analisi di quanto sta accadendo perché i consiglieri di maggioranza, in questo momento, non rilasciano dichiarazioni oppure vanno in ferie.

“Leggo dai documenti gli atti che saranno portati in Consiglio comunale il 30 luglio e resto allibito – ci dice Abate – Dovrei dire senza parole ma la cosa non mi si addice; sono invece tante le parole che scaturiscono dalla mia rabbia nel constatare come questa amministrazione, che dopo aver in tre soli anni portato l’ente sull’orlo del tracollo finanziario, stia decidendo oggi di ucciderlo in maniera irreversibile distruggendo quel poco che rimane dell’economia che deriva dalle sopravvissute attività imprenditoriali”. 

Sta alludendo alle nuove tasse consigliere? “Certo. Le nuove tasse. Perché ormai è stato spremuto tutto il possibile da quelle vecchie e occorre trovarne di nuove per impedire la dichiarazione del dissesto finanziario. La dichiarazione del fallimento dell’ente è vista come uno spauracchio – continua Abate – ma sarebbe invece la salvezza per i cittadini. Per prima cosa ci toglierebbe di mezzo questi incapaci che nulla hanno saputo fare per questo comune, ed in secondo luogo darebbe modo ad un commissario prefettizio di andare a trattare sui debiti fin qui accumulati”.

Si riferisce ai debiti fuori bilancio consigliere? “Esattamente. Rimandandone l’analisi ed impedendo ai consigli da me convocati appositamente e boicottati dalla maggioranza, non si ottenuto altro che far esplodere una situazione drammatica. Il dirigente alle finanze denuncia la mancanza di 6 milioni di Euro per poter chiudere il bilancio e questa maggioranza è ancora convinta di poterli trovare”.

Ma dove? Se non nelle tasche dei cittadini. “Giovedì il Consiglio comunale andrà ad approvare una misura pesantissima per fronteggiare 15 milioni di disavanzo, altro che i 5 milioni di avanzo di amministrazione annunciati con enfasi dal sindaco incompetente. Si deciderà di tassare l’ente per oltre mezzo milione all’anno per i prossimi trent’anni e come se non bastasse resta irrisolto il problema dei debiti fuori bilancio”.

Ma questo come può aiutare il bilancio Consigliere? “infatti non servirà a nulla. Serviranno invece nuove tasse e l’aumento di Tasi e Tari. Ma la Tasi non era già al massimo? “Al massimo di quanto è concesso incassare dall’ente, ma in realtà l’aliquota può essere aumentata fino al allo 0,33% concedendo sconti ai meno abbienti fino a riportare l’incasso al 0,25%. Invece la proposta di questa maggioranza è quella di applicare sconti alle famiglie con figli indipendentemente dal loro reddito e non un Euro di sconto ai pensionati ed agli anziani.
La Tari aumenterà per effetto delle maggiori spese denunciate dalla società che effettua la raccolta; maggiori spese ingiustificate dal momento che ogni anno ad Ardea si conferisce sempre meno spazzatura per via della crisi. Ma la botta grossa ce la daranno con i Ccnr, ovvero i canoni non ricognitori; una vera e propria tassa che in aggiunta alla Tosap bastonerà i commercianti e gli imprenditori in primis ma colpirà e pesantemente anche i cittadini se si andasse, come previsto, a chiedere ben 20€ all’anno per ogni metro lineare che misura l’accesso alla propria casa che si affaccia su strada.
Una batosta vera e propria da aggiungere agli aumenti di Tasi e Tari e tutto questo a cosa servirà? Ai cittadini? No, no di certo. Servirà solo a mantenere in vita questa scassata amministrazione e questo sindaco incompetente.

Mario Savarese

Più informazioni su