Seguici su

Cerca nel sito

Bilancio, il Sindaco: “Abbiamo tolto da sotto il tappeto i debiti di tutte le altre amministrazioni”

Di Fiori: "Nel nostro bilancio abbiamo trovato i fondi per i servizi sociali e per la manutenzione stradale"

Più informazioni su

Il Faro on line – La giunta comunale di Ardea ha approvato il bilancio di previsione del 2015. L’atto ora passa nelle mani della commissione consiliare Bilancio per poi approdare in aula. Tra gli elementi più di rilievo – che hanno contraddistinto anche la discussione dell’ultimo Consiglio comunale – c’è l’emersione di tutti i debiti dell’amministrazione e di un piano per sanare le casse dell’ente. “Non abbiamo intaccato la spesa che avevamo sulle Politiche sociali e abbiamo previsto fondi per le manutenzioni, specie per le strade e per intervenire sulle buche – ha spiegato il sindaco di Ardea Luca Di Fiori – Nonostante questo siamo riusciti in una impresa cioè tirar fuori tutto il debito dell’ente, per risanarne le casse”.

Tra i dati di rilievo del bilancio di previsione, un un accantonamento al fondo crediti di dubbia esigibilità previsto dalle norme contabili da quest’anno: si tratta di un obbligo di legge che serve a coprire le mancate riscossioni dell’anno precedente e un fondo pluriennale vincolato sui residui. E’ possibile consultare gli atti direttamente a questo link: http://www.ardea.gov.it/bilancio-preventivo-2015/ (è presente anche un richiamo diretto sulla home page del sito del Comune ardea.gov.it).

“Con un percorso virtuoso stiamo evitando ai cittadini il dissesto finanziario e lo stiamo dimostrando ripianando i conti. Già nel rendiconto, avevamo cercato di far notare il risparmio che l’amministrazione aveva avuto nella gestione 2014. Con il bilancio armonizzato lo Stato ci ha permesso altresì di spalmare, e quindi diminuire, come richiesto dalla Corte dei Corti, il peso dei residui passivi, snellendo così il nostro bilancio. Le economie che abbiamo prodotto, molte, verranno usate per pagare gran parte dei debiti che provengono da tutte le gestioni passate. Ciò che faremo da qui al 30 novembre sarà di andare a pagare quei debiti certi, liquidi ed esigibili che tutti hanno messo sotto al tappeto” – lo ha detto il sindaco di Ardea Luca Di Fiori durante i lavori del Consiglio comunale di ieri sera.

“A causa del fondo di solidarietà dello Stato il nostro bilancio fa fatica, tanto che siamo costretti a dare al governo centrale 7 milioni e 900 mila euro – ha aggiunto il Sindaco -. Ora siamo riusciti a chiudere il preventivo 2015. Non abbiamo voluto mandare un Comune in dissesto, perché sarebbe stato un colpo grande all’economia reale del territorio. Tutti i Comuni sono in difficoltà.
Ora la commissione urbanistica dovrà farsi carico di discutere nuovi piani, anche per il rilancio turistico, con l’obiettivo di creare un gettito maggiore nelle casse comunali e ridurre da qui all’anno prossimo le tasse attuali”.

Più informazioni su