Seguici su

Cerca nel sito

Il Consiglio approva la delibera per le aliquote della Tasi 2015

Approvato anche il piano per il ripianamento del disavanzo straordinario, dopo il riaccertamento dei residui

Più informazioni su

Il Faro on line – Il Consiglio comunale di Ardea ha approvato una delibera per fissare le aliquote Tasi del 2015 e arrivano le detrazioni per le fasce sociali più deboli. Per le abitazioni principali l’aliquota passa dal 2,5 per mille al 2,9 per mille mentre per le altre fattispecie l’aliquota passa dallo 0,6 per mille all’un per mille. L’assemblea ha anche approvato tre agevolazioni: una detrazione d’imposta di 50 euro per ciascun figlio residente con meno di 26 anni con una residenza in unità abitative che ricadono nella categoria A (escluse le case in categoria A1, A8 e A9); una una detrazione d’imposta di 30 euro sulla tassa dovuta su immobili di categoria A (escluse A1, A8, A9) con rendita catastale non superiore a 300 euro, proporzionalmente alla quota di possesso; una detrazione d’imposta di 50 euro sulla tassa dovuta per gli immobili i cui soggetti passivi residenti ad Ardea che abbiano nel nucleo familiare un disabile grave al 100%, proporzionalmente alla quota di spesso.

Tutte le detrazioni sono applicabili solo alle abitazioni principali (tranne quella di 30 euro) e sono alternative tra loro. Dunque, quella prescelta dovrà essere indicata nel modello di dichiarazione.

Il Consiglio comunale di Ardea ha approvato, nella stessa seduta, il piano per ritornare dal disavanzo straordinario di amministrazione scaturito dopo aver accertato i residui. Di fatto si tratta di 15.376.848,25 euro che saranno ripianati in 30 futuri bilanci pari a 512.561,61 euro ogni anno. L’assemblea ha anche votato una risoluzione, proposta dalla consigliera di opposizione Cristina Capraro (Psi) che chiede di non toccare, nell’ottica delle politiche di riordino del disavanzo ‘i servizi sociali e a domanda individuale’.

“E’ un atto importante, che la maggioranza è giusto abbia sostenuto  Abbiamo approvato un documento che non solo fa emergere tutto il debito degli anni pregressi ma che fa un piano pratico per mettere ordine alle casse dell’ente”– ha spiegato il sindaco Luca di Fiori.

Più informazioni su