Seguici su

Cerca nel sito

Approvata la nuova tassa denominata ‘canone non ricognitorio’

Psi: "Siamo di fronte a una palese condivisione d'intenti tra la giunta di centrodestra ed una parte del Pd locale"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Quello che e’ accaduto nella sala consiliare Sandro Pertini di Ardea sembra la palese dimostrazione di una condivisione d’intenti tra la giunta di centrodestra ed una parte del Pd locale, il voto favorevole del presidente della commissione trasparenza e’ risultato determinante per l’ottenimento della maggioranza qualificata necessaria all’approvazione del regolamento che ha istituito la nuova tassa tecnicamente denominata ‘canone non ricognitorio’. Un errore che permette la sopravvivenza della giunta Di Fiori e che riteniamo grave ed ingiustificabile” – Si apre cosi la nota emessa dai responsabili del Psi locale.

 “Condividere la paternità di una scelta, tutta politica, che ha come conseguenza il mettere la mani nelle tasche dei cittadini di Ardea, già pesantemente colpiti dagli aumenti introdotti quest’anno delle Tasi e Tari, è un gesto da cui non possiamo esimerci dal prendere le distanze – prosegue il comunicato del Psi – anche e soprattutto perchè una simile iniziativa è stata adottata per ripianare una mole di debiti accumulata in tutti questi anni di mal governo delle giunte di centrodestra. Una cambiale di 15 milioni di euro spalmati per i prossimi 30 anni e ulteriori 6 milioni di euro di debiti fīuori bilancio a cui si dovrà far fronte quest’anno è la pesante eredità che questa amministrazione lascerà in dote alla città”.

“Nel corso della stessa seduta di consiglio comunale la consigliera Capraro ha presentato una risoluzione che obbliga il sindaco e la sua giunta a non tagliare le risorse per interventi che riguardano il sociale, la mensa dei bambini ed il trasporto scolastico. Temi che sono sempre stati al centro della nostra attenzione e per i quali ci siamo battuti.
Nei prossimi giorni – concludono dalla segreteria del partito – si porterà in discussione in aula il bilancio previsionale 2015 dove saranno definite le linee guida per la gestione del Comune nei mesi a venire; non ci aspettiamo nulla di positivo e siamo sicuri che sarà dura promuovere e far approvare interventi che permettano di far uscire il paese dal degrado in cui versa. Nonostante questo ci adopereremo insieme alla consigliera affinché i cittadini vengano rispettati”

Più informazioni su