Seguici su

Cerca nel sito

Dal Canale di Suez arrivano gli “alieni” del mare

Il Faro on line - Alla vigilia dell'inaugurazione in pompa magna dell'ampliamento del Canale di Suez, il prossimo 6 agosto, la comunità scientifica internazionale è sempre in allarme. La lettera-appello di quasi 500 scienziati che chiedeva alle autorità egiziane "una valutazione d'impatto ambientale trasparente e solida a livello scientifico" della nuova infrastruttura, è rimasta senza risposta. Così come le ripetute richieste allo stesso scopo da parte di Bruxelles.   

"La Commissione europea è ben consapevole dei potenziali impatti che l'allargamento del Canale di Suez potrebbe avere come via di accesso per le specie aliene invasive nel Mediterraneo" afferma il commissario europeo all'ambiente, Karmenu Vella. In una serie di incontri "abbiamo spiegato le nostre preoccupazioni alle autorità egiziane", conferma Enrico Brivio, portavoce di Vella, secondo cui "la Commissione europea continuerà a chiedere alle autorità egiziane di presentare i risultati" delle sue analisi.    

Il nuovo passaggio dal Mar Rosso apre ancora di più la stradaa centinaia di specie marine tropicali. Non ultima la Rhopilemanomadica, una medusa urticante che può misurare anche mezzo metro e pesare 50 kg, che forma banchi enormi e in Israele negli ultimi anni ha provocato enormi danni al turismo, ma anche agli impianti di desalinizzazione e alle centrali elettriche. 

"Questa medusa è già a Malta e a Tunisi, quindi ci sono buone probabilità che arrivi anche da noi", avverte Fermando Boero, del Cnr-Ismar e docente dell'Università del Salento. (fonte: Ansa)


Più informazioni su

Più informazioni su