Seguici su

Cerca nel sito

Aeroporto, il Comitato FuoriPista incontra il Sindaco 

Il Comitato: "No al Progetto di Raddoppio dell'aeroporto. Individuare, invece, un aeroporto di supporto a Fiumicino"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Il Comitato FuoriPista ha incontrato il Sindaco di Fiumicino e alcuni assessori e consiglieri in merito alle problematiche aeroportuali. Nell’occasione è stata ribadita dal Comitato e pienamente condivisa dal Sindaco, la netta contrarietà al Progetto di Raddoppio dell’aeroporto e la necessita’ di individuare un aeroporto di supporto a Fiumicino dove dislocare tutti i voli low cost. Sarebbe grave responsabilita’, in primo luogo del governo, se non si intervenisse per bloccare la presenza delle compagnie a basso costo che, anche in considerazione della  crescita esponenziale registrata ultimamente, stanno di fatto declassando il Leonardo da Vinci da hub intercontinentale a mega-aeroporto low cost” – si legge in un comunicato del Comitato FuoriPista.
 
“È stata inoltre sottolineata con forza – continua il comunicato – la necessità e l’urgenza di procedere alla elaborazione di un piano di assetto delle infrastrutture, secondo un progetto organico, capace di garantire maggiore efficienza con il recupero degli spazi vuoti o mal gestiti all’interno dell’attuale sedime. Alle disfunzioni e alle fragilità del sistema aeroportuale romano stampa e televisione hanno dedicato ampio spazio, rendendo di dominio pubblico le gravi problematiche relative ai ritardi negli investimenti e lo stesso progetto di raddoppio”.

“Il Comitato FuoriPista – si tiene a precisare – è consapevole dell’importanza di diffondere sempre di più una informazione corretta e veritiera  anche sul macroscopico conflitto di interessi sotteso al progettato secondo aeroporto di Fiumicino e che vede al suo centro la famiglia Benetton.
Inoltre, il Comitato FuoriPista ha comunicato le iniziative in programma messe in campo per il prossimo futuro, tra le quali La Marcia della Terra che si terrà il 4 ottobre”.

“Per garantire un maggiore coordinamento delle azioni – conclude il comunicato -, il Comitato FuoriPista ha infine fatto presente la necessità di individuare una figura istituzionale alla quale fare riferimento per velocizzare la comunicazione e la realizzazione delle iniziative relative alle problematiche aeroportuali”.

Più informazioni su