Seguici su

Cerca nel sito

Russo D’Auria: “Chi non ha voglia di stare in aula consiliare si dimetta”

Il leader di Gil: "Quei banchi vuoti nel Consiglio sul Bilancio davvero sono incomprensibili"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Mi sarei aspettato di vedere i pugni sbattuti sul tavolo, una denuncia ad alta voce, proposte alternative da farsi bocciare ma da mettere agli atti… Il vuoto assoluto mi ha invece fatto male, da cittadino, a prescindere dagli schieramenti politici”. Mario Russo D’Auria, leader di Gil (Gruppo indipendente libero per Fiumicino), torna sull’ultimo consiglio comunale, quello sul Bilancio, per stigmatizzare l’atteggiamento della minoranza. 

“Quei banchi deserti davvero non li ho capiti. Chi viene votato deve assumersi la responsabilità di esserci in quei momenti. Lasciare tutto alla maggioranza, come per dire ‘io non c’ero, hanno sbagliato loro’, è quanto di più lontano dall’idea di democrazia che conosco. Chi ha votato centrodestra lo ha fatto per sentir difendere l’idea di città che c’era in quel programma, per vedere battagliare dentro e fuori l’aula consiliare, per ascoltare e veder presentare proposte alternative.

Invece ci si limita ai comunicati stampa, alle invettive l’uno contro l’altro, ma di concreto c’è poco. 
Io non ne faccio una questione di colore – prosegue Russo D’Auria – ma di opportunità politica. Se chi è stato eletto non ha voglia di scendere in campo, si dimettesse. Ci saranno altri pronti a giocare la partita. Migliori o peggiori non spetta a me dirlo, ma certamente in campo”.
Ilaria Perfetti

Più informazioni su