Seguici su

Cerca nel sito

E’ record per la Spaghettongola 2015. Diecimila pasti preparati in nove giorni

Conforzi: "Stremati ma felicissimi,  anche quest'anno siamo riusciti a portare tanti turisti qui a Fiumicino e promuovere la nostra cucina"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Diecimila pasti sfornati in nove giorni. Venti quintali di cozze, altrettanti di vongole finiti in padella. Diciotto di calamari. Quasi duemila chili di pasta e 1200 bottiglie di vino di Torrimpietra. Trentamila persone ad assistere agli spettacoli. La Spaghettongola si conferma uno degli appuntamenti piu’ amati della Provincia di Roma. Stremati ma felicissimi,  anche quest’anno siamo riusciti a portare tanti turisti qui a Fiumicino e promuovere la nostra cucina” – spiega Stefano Conforzi presidente dell’Associazione ‘Il Faro all’Orizzone’.

“Spaghetti alle vongole lupino, soute di cozze e vongole, la frittura – prosegue Conforzi – va ricordato che tutti i prodotti erano della nostra Regione: la verdura di Maccarese, il vino di Torrimpietra, il pane dei nostri forni e il pescato locale. Abbiamo dovuto combattere con la pioggia e il maltempo ma i numeri sono stati favolosi – sottolinea – il merito va allo staff, impagabile, e al vicepresidente dell’associazione, Carlo Bisesti: è stata la nostra marcia in più”.

“Cibo ma anche beneficenza. Con il ricavato della festa siamo riusciti a donare 30 kit di primo soccorso all’associazione dei carabinieri in congedo e della polizia di Stato. E a breve consegneremo un defibrillatore alla Croce Rossa Italiana. Abbiamo avuto come ospiti tanti bambini aiutati dall’associazione Puer Onlus e questo ci ha toccato particolarmente” – afferma il presidente Conforzi.

Spaghetti alle vongole e tanto divertimento. “Quest’anno abbiamo cercato di migliorare la qualità degli spettacolo – spiega il Presidente dell’Associazione – dai Parìa un gruppo famosissimo che ha ripercorso i classici della musica napoletana, ai tributi a Pino Daniele e Claudio Baglioni. E ancora: la splendida musica dance dei Scalo Project, i ritmi sudamericani di David Hernandez, il rock, la musica caraibica, quella romana e quella italiana. Un programma per tutti i gusti”.

Finisce qui la Spaghettongola? “Siamo ormai una tradizione – afferma in conclusione Conforzi – da sette anni cerchiamo di far conoscere i nostri prodotti. Ora ci prendiamo qualche settimana di riposo e poi inizieremo subito a programmare l’edizione numero otto”.

Più informazioni su