Seguici su

Cerca nel sito

Il Consigliere Aldo De Angelis (Pd) duro con l’Assessore Mundula

De Angelis: “L’Assessore Mundula… la sua insostenibile leggerezza dell’Essere, lo stridente suono dei suoi silenzi e dei suoi pallidi ricordi”

Più informazioni su

Il Faro on line – “E’ stridente, e per certi versi sgradevole, il rumore degli specchi su cui l’assessore all’Ambiente Mundula, tenta di arrampicarsi a mezzo stampa, dopo averlo già fatto, tempo fa, in sede di Commissione Lavori Pubblici e alcune volte in Consiglio Comunale con risultati alquanto insoddisfacenti. L’assessore Mundula, scendendo in contenuti denigratori, figli di un sistema di basso livello, ma questo è comprensibile vista la sua flebile esperienza politica, muovendosi con leggiadria e leggerezza nella ‘foresta dei suoi pallidi e fumosi ricordi’ e di ‘fantastiche colpe altrui’, cerca di addurre motivazioni che giustifichino il suo disastroso operato annacquando di fatto il dato vero ed indiscutibile che risalta dal gravissimo ‘non agire e stridente silenzio’ utilizzato come modo di operare in questi anni” – lo afferma in un comunicato Aldo De Angelis, Consigliere Comunale Partito Democratico.

“Un silenzio e un ‘non agire’ su fatti così rilevanti e delicati – prosegue De Angelis – tra cui spiccano, non solo il bando per lo smaltimento dei rifiuti e il problema dell’isola ecologica, ma la grande improvvisazione dell’amministrazione su queste vicende. E’ curioso poi che a parlare di passaggi da maggioranza a opposizione, sia proprio quell’Assessore che decide di non seguire le indicazioni del proprio partito o movimento pur di sedersi alla corte del Re, e suscita qualche perplessità e ironico sorriso che a sbandierare una presunta perdita di memoria del consigliere Aldo De Angelis, sia proprio quell’Assessore Mundula che non ricorda o fa finta di non ricordare le innumerevoli lettere, email e note di contestazione e richieste di spiegazioni tra le quali vi sono quelle attinenti la Raccolta dei rifiuti e l’igiene urbana”.

“Diciamolo – continua il comunicato -, tre anni di assessorato fallimentare e soprattutto scarso di risultati e mi domando anche dove l’assessore trovi il coraggio per attaccare e giustificarsi… è veramente paradossale e tragicomico!.  Ed è proprio per questo che desidero fare chiarezza su alcuni punti ricolmi di amnesie, sulle plateali distorsioni della verità e inesattezze  riportati dal Assessore nella sua nota stampa:
1- Lo scrivente consigliere è stato Assessore all’Ambiente con il Sindaco Ciogli da giugno 2008 sino a luglio 2010 e, in quest’ultima data, è uscito dalla maggioranza tornando nella Direzione Regionale Idv di Roma (quindi Lei ha dato un’informazione non veritiera dichiarando che ero, dopo luglio 2010, all’interno della maggioranza di Cerveteri, cosa non vera). A luglio 2010 lasciai tutte le consegne, erano in partenza il 2 step e il bando dell’isola ecologica, al nuovo assessore entrante che Lei, naturalmente, non nomina, ma che a sua volta, a quanto mi risulta, Le ha fornito, durante il suo avvicendamento nel 2012, tutte le informazioni e problematiche riguardanti l’Assessorato all’Ambiente, tra cui il bando della raccolta differenziata e l’isola ecologica, quindi Lei era, ed è, al corrente di tutto dall’inizio del suo mandato, ma questo, naturalmente, evita accuratamente di riferirlo ai cittadini di Cerveteri.  Come evita accuratamente di dire che durante il periodo 2008-2010, non solo lo scrivente consigliere Aldo De Angelis ha varato il bando della raccolta differenziata, ma ha avviato il sistema di raccolta porta a porta ottenendo un contributo provinciale pari a 1.352.540,00euro con erogazione suddivisa in nr 04 step (e non due) e contemporaneamente, il tanto da Lei deriso Assessore Aldo De Angelis, ha ottenuto un contributo provinciale per l’Isola Ecologica pari a 184.075,00 euro, bando che stava per essere pubblicato al momento della mia uscita e che ancora non aveva visto il completamento del 2 step dei 4 previsti e, caro Ing. Mundula basterebbe già questo a dimostrare la mia serietà e onestà lavorativa di quel biennio e vedermi vincente nei suoi confronti ma, naturalmente, non cerco paragoni di questo tipo, per me sarebbe come sparare sulla croce rossa, quindi eviterò di elencare nello specifico, per non entrare in facili autocelebrazioni, i vari contributi regionali e provinciali di cui può ancora trovare traccia su Internet ottenuti dallo scrivente per progetti come l’Audit Energetico, il Bosco di Valcanneto, il Parco di Largo Giordano, il Parco di Via Borsellino o l’importante contributo inerente la riqualificazione di tre aree verdi a Cerenova e della creazione delle piste ciclabili, contributi di cui anche lo stesso Sindaco ha parlato in molti comunicati stampa tra cui quello del 15 luglio 2013… ora non mi dirà che anche il Sindaco ha la “ memoria corta” ?….e mi fermo qui, perché mi creda, IO potrei riempire molte altre pagine e LEI quante pagine bianche sarebbe costretto a pubblicare.. ?.
Ma Lei Assessore crede veramente che abbiamo tutti l’anello al naso?

2- Per quanto riguarda la mia attività di consigliere in questi tre anni riguardanti il suo settore di competenza Lei caro Assessore distorce la verità della realtà, a Lei la mia esperienza è servita e tanto, difatti Lei omette accuratamente di parlare della delega Acea Ato2 dove sempre Lei ha tagliato i nastri e il sottoscritto, invece, ha aiutato tanta gente a risolvere le problematiche giornaliere (e a conferma ci sono articoli, mail e lettere su lettere), come omette accuratamente di dire ai lettori e ai cittadini di Cerveteri, che già dal 19 maggio 2012 con lettera email inviata due volte, alla quale Lei non ha mai risposto, il sottoscritto Le contestava (eppure ero nella stessa sua maggioranza) e richiedeva spiegazioni inerenti varie inadempienze riguardanti la raccolta dei rifiuti e l’igiene urbana (oltre sette punti), come  omette accuratamente di riferire che sempre lo stesso consigliere Aldo De Angelis, in data 18 agosto 2014 Le inviava lettera-email richiedendo dettagli e situazione in riferimento proprio al bando di gara per raccolta e smaltimento rifiuti (alla quale non ha mai risposto)”.

“Vede Assessore Mundula – prosegue De Angelis – Lei non ha buona memoria oppure ha volutamente cancellato alcuni ricordi, perché, nella successiva Commissione Lavori Pubblici del 18 dicembre 2014, il sottoscritto consigliere Le ha fatto richieste specifiche, che sono state inserite in un verbale pubblico, con le quali si richiedeva se erano state verificate, o si prevedeva di verificare, eventuali presenze e collegamenti di Società partecipanti come associazioni, cooperative direttamente o tramite terzi che avrebbero potuto essere coinvolte con l’indagine, allora in essere, su Mafia Capitale e Lei, di tutta risposta, è caduto dalle nuvole  dicendo che non conosceva nulla della gara e chi avesse partecipato alla stessa e che avrebbe verificato con la preposta commissione.

Purtroppo per Lei sono un consigliere che lavora e un poco testardo e quindi, il 15 aprile 2015, le ho inviato un’ulteriore lettera-mail con urgente richiesta di info sul bando della Raccolta Differenziata proprio per verificare quanto già verbalizzato e richiesto in commissione e in funzione di alcune notizie di stampa, purtroppo, anche in questo caso Lei non ha ritenuto opportuno rispondere (quindi, anche in questo caso, quello che Lei ha riferito nel suo articolo, come può ben vedere non risulta essere veritiero) mentre è opportuno evidenziare che, durante la maggioranza che Lei cita, non solo ho riformulato, per l’ennesima volta, la richiesta di controllo per il bando sulla raccolta dei rifiuti ed eventuali correlazioni con indagine su Mafia Capitale e Terra di Mezzo  ma ho anche richiesto di estendere un possibile controllo su tutti gli appalti nel settore sociale del Comune di Cerveteri, viste le rilevanti e preoccupanti notizie apparse su tutti i media riferite a cooperative nei territori limitrofi; importanti richieste alle quali Lei non ha fornito risposta tra ironici sorrisi ed altri hanno, addirittura detto, che quella non era la sede competente e di andare a presentare denuncia nelle sedi competenti se si era a conoscenza di qualcosa”.

“Alla luce di quanto esposto – conclude il consigliere De Angelis -, caro Assessore, mutuando il titolo del bellissimo romanzo di Milan Kundera, anche per allontanare il non gradito olezzo che promana da certe assurde ed inammissibili comportamenti e azioni che di amministrativo hanno ben poco, ci sarebbe solo da dire… “l’insostenibile leggerezza dell’essere”… Assessore all’Ambiente Mundula.. l’”insostenibile leggerezza”, cioè, di essere pubblico amministratore e, al contempo, così superficialmente e profondamente ignorante (nel senso che ignora) dei più elementari principi normativi riguardanti l’attività amministrativa, cioè i principi di buona amministrazione e ragionevolezza..
“Delle due l’una: o c’è un problema di malafede o di incapacità. L’amministrazione sta cercando di mettere su questa situazione una pezza peggiore del buco”……..forse, in questo caso specifico, l’Assessore avrebbe dovuto proseguire con il suo ben conosciuto silenzio……
Oggi ci ritroviamo con il bando ancora fermo per l’ennesimo ricorso che ha visto, alcuni giorni orsono, uno dei partecipanti alla gara per la Raccolta dei Rifuti, la Cns, vincente e l’Assessore Mundula che invece di dire di chi sono le colpe “reali” di questo insuccesso prosegue nei suoi voli pindarici cercando di addossare ad altri responsabilità istituzionali e non del suo inconcludente regno triennale…….”

Più informazioni su