Seguici su

Cerca nel sito

Axa, l’alta velocità uccide ancora

Due moto in due incidenti separati finiscono nella fontana simbolo del quartiere Axa

Più informazioni su

Il Faro on line – Due moto, in due incidenti indipendenti, sono finite contro la fontana di Piazza Fonte degli Acilii. Era da un paio d’anni che nessuno finiva più nella fontana al centro della rotonda, simbolo del quartiere Axa, poi, verso le 23 di sabato 22, un motociclista l’ha centrata in pieno. Mentre la moto è finita nella fontana, il pilota, un poliziotto, è caduto rovinosamente a terra ed è morto al Sant’Eugenio, dove i medici hanno tentato inutilmente di rianimarlo. La moglie, che era sul sellino posteriore, è stata ricoverata in gravi condizioni al Grassi di Ostia.

Più tardi, verso le 2 di notte, per una strana casualità un’altra moto ha urtato il bordo della fontana e motociclista e mezzo sono ruzzolati sull’asfalto. Anche in questo caso, il centauro è stato ricoverato in codice rosso. Sul posto sono intervenuti subito i Vigili Urbani del X Gruppo, poi nella mattinata di domenica 23, data la gravità degli incidenti, anche i Vigili del Comando di Roma hanno eseguito ulteriori rilievi per stendere il verbale definitivo.

“Quella fontana – hanno osservato i Vigili rivolti a Maurizio Giandinoto, consigliere del Consorzio Axa, accorso sul posto – andrebbe illuminata meglio, magari con delle luci lungo la circonferenza, per evitare il ripetersi di incidenti simili”. E continua: “Incidenti di sicuro non imputabili alla scarsa illuminazione, dato che la piazza è abbondantemente illuminata da ben sei lampioni stradali disposti intorno, quanto piuttosto alla eccessiva velocità lungo Via Pindaro, il tratto di strada che collega la Via del Mare e i quartieri dell’entroterra alla C. Colombo”. 

“Del resto – conclude Giandinoto – in tutto il comprensorio Axa la velocità è limitata a 40 km/h, ma pochi la rispettano, specialmente di notte. Non a caso, proprio per ridurre la velocità, il Consorzio provvederà nei prossimi mesi alla realizzazione di trenta attraversamenti pedonali rialzati, alcuni dei quali sono già stati posati”.

Più informazioni su