Seguici su

Cerca nel sito

Caso Ccia, Aurigemma (Fi): “L’abitudine di Zingaretti a nascondersi di fronte ai problemi”

Il Consigliere regionale: "Zingaretti arbitro, si ma di parte"

Più informazioni su

Il Faro online – “Ben conosciamo l’abitudine di Zingaretti a nascondersi di fronte ai problemi, infatti anche stavolta sul caso della Cciaa ha affermato di non essere parte in causa, ma solo arbitro. A dirla tutta, un arbitro scontatamente e palesemente di parte. Onestamente, visto l’impasse che si sta creando, ci chiediamo: che ruolo sta giocando il Governatore? E ancora: quale ruolo sta interpretando, quello di attore visto che la Regione doveva vigilare sul numero di associati per poi determinare il voto ponderato, oppure quello di regista occulto in quanto artefice dell’andamento di questa vicenda?” – dichiara il Capogruppo di forza Italia della regione Lazio Antonello Aurigemma.

“Tra l’altro, è importante conoscere la risposte anche perché è stato proprio Zingaretti a convocare a ridosso di ferragosto il consiglio camerale per far svolgere le elezioni, in un periodo dell’anno dove si prendono quelle decisioni per cercare di passare inosservati, un po’ in sordina.
Inoltre, – prosegue Aurigemma – restando in attesa che il Tar si esprima sui 4-5 ricorsi presentati, vorremmo chiedere al Governatore se ritiene normale che, soprattutto in vista di importanti eventi per la nostra città come il Giubileo e la candidatura per le olimpiadi, in un ente che rappresenta il tessuto produttivo, ad oggi siano escluse dalla governance categorie di estrema rilevanza e rappresentatività come Confcommercio, Unindustria e Acer (solo per citarne alcune). A questo punto temiamo fortemente che Zingaretti, con il suo immobilismo e incapacità, anche questa volta riuscirà a distruggere tutto”

Più informazioni su