Seguici su

Cerca nel sito

Ardea celebra il grande poeta Franco Califano

Il sindaco Di Fiori: ''Dopo la Piazza, Franco Califano darà il proprio nome anche a una Scuola di Musica"

Più informazioni su

Il Faro on line – Sucesso di pubblico e di emozioni profonde ad Ardea, alle porte Sud di Roma, per l’inaugurazione di Piazza Franco Califano su una delle rotonde della Via Laurentina  (km. 31,500) dove ha sede l’erigendo Museo Civico del Comune che ospita già tre locali dedicati al grande cantautore scomparso a 75 anni, il 30 marzo del 2013. Per espressa volontà personale, le sue spoglie riposano nel Cimitero di Ardea, vicino a quelle del fratello Guido e del nipote Fabrizio, morti nel 1995 per leucemia. Alla cerimonia di intitolazione ha fatto séguito nella centrale Piazza del Popolo, sulla Rocca di Ardea, un concerto del Maestro Alberto Laurenti: dinanzi a un foltissimo e commosso  pubblico il cantautore romano – creatore di molte delle musiche di Califano negli ultimi vent’anni – ha replicato l’ultimo concerto che il grande artista tenne al Teatro Sistina il 18 marzo 2013, con i musicisti di quel memorabile evento sold-out.

L’evento è stato reso possibile grazie alla sensibilità del Sindaco di Ardea,  Luca Di Fiori, dell’Assessore al Turismo, Riccardo Iotti, del presidente della Trust Onlus Franco Califano, Antonello Mazzeo, e della Filarmonica Città di Ardea.
Molti i personaggi presenti, tra i quali Edoardo Vianello, Maurizio Mattioli, l’opinionista Franco Melli che, esaltando l’iniziativa, ha ammonito sul rischio di oblìo dell’enorme patrimonio artistico lasciato in eredità da Califano.

Il Sindaco ha fisato già il prossimo step: la realizzazione di una Scuola di Musica ad Ardea dedicata a Franco Califano: “Tutti potranno contribuire a rendere grande e viva la Piazza, nel ricordo di Califano” –  ha sottolineato Di Fiori. Del lavoro di squadra si è detto convinto anche l’Assessore Iotti, mentre Antonello Mazzeo ha ribadito il significato dell’iniziativa: “Una Piazza contro la maldicenza, l’ipocrisia, le banalità”, ricordando come nel processo che coinvolse anche Tortora, Califano venne assolto con formula piena perché il fatto non sussisteva.
Dal canto suo, Alberto Laurenti ha offerto ancora una volta la propria totale disponibilità per far diventare Ardea culla dei ricordi di Califano, lungo il solco di una musica immortale da riprodurre con eventi mirati nel corso dell’anno.

Più informazioni su