Seguici su

Cerca nel sito

Il Comune adotta i parcheggi rosa

M5S: "Rivendichiamo, quantomeno in compartecipazione, la paternità dell'iniziativa promossa dalla Giunta Municipale"

Più informazioni su

Il Faro on line – Il Movimento 5 Stelle Fondi, per rispetto e dovere, informa i cittadini e chiarisce quanto segue: Vista l’ordinanza N° 167 del 14/09/2015 in materia di viabilita’ che segue la delibera della Giunta Municipale del Comune di Fondi N° 61 del 08/09/2015, relativa alla predisposizione dei ‘parcheggi di cortesia per donne in gravidanza o con prole fino aun anno’ (‘parcheggi rosa’), “Ci riteniamo in dovere di rivendicare, quantomeno in compartecipazione, la paternità dell’iniziativa promossa dalla Giunta Municipale, visto e considerato che in data 28/07/2015 è stata presentata, tramite il consigliere-portavoce comunale del Movimento 5 Stelle Appio Antonelli, una mozione al riguardo” affermano in una nota i portavoce del Movimento.

“Ribadiamo quindi la bontà e la condivisione dell’iniziativa che ricordiamolo si basa su un forte senso civico dei cittadini fondani, poiché i ‘parcheggi rosa’ -spiegano i 5 stelle – non sono disciplinati dal Codice della Strada D.Lgs. N° 285 del30/04/1992. Informiamo inoltre i cittadini che sono state presentate e protocollate in data 27/08/2015 due mozioni del Movimento 5 Stelle, una mozione riguarda l’installazione delle macchinette mangia-rifiuti denominate ‘Eco-compattatori’ che in caso di installazione comporterebbero molteplici benefici economici, ambientali e sanitari per il territorio di Fondi e i cittadini fondani”.

“Un’altra mozione – conldudono i portavoce del Movimento – riguarda, invece, la richiesta di adozione dello strumento del baratto amministrativo da parte del Comune di Fondi che consentirebbe, attraverso un ‘patto’ tra Amministrazione locale e cittadino, di permettere a questi ultimi di pagare i tributi comunali (Imu, Tasi, Tari etc.) prestando la propria manodopera per lavori di pubblica utilità, pulizia e mantenimento decoro urbano.
Questo strumento è principalmente rivolto a coloro che fanno parte di fasce di reddito basse o socialmente disagiate e a coloro che devono mettersi in regola con il pagamento dei tributi comunali”.

Più informazioni su