Seguici su

Cerca nel sito

Rapinata dentro il suo negozio a meno di cento metri dalla tenenza dei carabinieri

Intascata la busta con 2.000,00 euro, i ladri si sono dati alla fuga

Più informazioni su

Il Faro on line – Rapinata dentro il suo negozio a meno di cento metri dalla tenenza dei carabinieri. Il fatto e’ avvenuto lunedi’ scorso, ma la notizia e’ trapelata soltanto adesso. La signora gestisce un negozio di bomboniere e di liste di nozze, dentro il quale sono entrati due giovani, che l’hanno immobilizzata e le hanno messo un coltello alla gola, tutto ciò dopo averla strattonata e averle procurato dei graffi sul braccio sinistro.

La signora racconta: “Sono entrati come delle furie. Neppure il tempo di capire cosa mi stesse accadendo, mi hanno messo il coltello alla gola e mi hanno intimato di consegnare oro e soldi, altrimenti mi avrebbero tagliato la gola. Purtroppo – prosegue la commerciante – ho cercato di far capire loro che non avevo soldi in cassa, né oro, a parte fede del mio compianto marito. A questo punto mi hanno tolto il coltello dalla gola e lo hanno poggiato sul dito per tagliarmelo, e ho dovuto cedere e consegnare loro i 2.000,00 euro che avevo in una busta destinata a un rappresentante”.

”Intascata la busta – conculde la signora – si sono dati alla fuga. Ho subito avvertito i carabinieri, che sono arrivati tempestivamente sul posto per gli accertamenti del caso”. I carabinieri hanno visionato le telecamere dei vicini, da una delle quali si vede allontanarsi verso l’ora del misfatto una monovolume scura. Purtroppo ad Ardea la sicurezza dei cittadini è sempre più scarsa, e sempre più si verificano fatti criminosi, di cui raramente si da notizia. Minimizzare certi fatti fa si che la gente pensando di stare tranquilla abbassa la guardia e pensa di vivere come vivevamo oltre venti anni fa con le chiavi lasciate attaccate fuori la porta.

Ormai i controlli sono sempre più scarsi e sempre più sotto organico sono le forze dell’ordine. Resta da chiedersi fino quanti autori di delitti come rapine, aggressioni, furti in casa, spacciatori professionisti, piromani incendiari di edifici pubblici e di autovetture di giornalisti, politici e semplici cittadini sono stati assicurati alla giustizia fino a oggi? E’ ancora vivo il ricordo della anziana signora di via Terni che trovandosi nottetempo in casa dei ladri morì di infarto.

L’ex comandante la tenenza il luogotenente Antonio Landi riuscì ad assicurarne uno alla giustizia. La popolazione perde sempre più fiducia nelle istituzioni tanto da organizzarsi con ronde e passeggiate di controllo come è avvenuto a Nuova Florida ed in tutto il territorio. In alcuni casi si sono svolte fiaccolate e cortei con grande partecipazione della popolazione stanca di non essere difesa.

Luigi Centore   

Più informazioni su