Seguici su

Cerca nel sito

Pd: “Il Lazio è la regione con maggiore ricrescita”

Daniele Bianchi: "Ci sono segnali che lasciano ben sperare e che ci dicono che siamo sulla rotta giusta per cambiare il Lazio"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Il Lazio cresce piu’ del resto dell’Italia e sta diventando la locomotiva del Paese. Nel 2014 le imprese sono cresciute del 1,3%, entro il 2015 le esportazioni aumenteranno del 3,6% e le importazione addirittura del 20,5% secondo i dati dello studio Unicredit. Si prevede che nel 2016 a crescere saranno tutti i settori, con l’industria al 2.2%, l’agricoltura al 1,6%, le costruzioni  con un +1,2%. A trainare questa ripresa è soprattutto l’export e settori in cui la nostra provincia è leader, come l’automotive e l’industria farmaceutica. Allo stesso tempo, migliorano i conti pubblici, con un’uscita dal commissariamento sanitario sempre più vicina e una conseguente ripresa a pieno regime delle assunzioni di medici e infermieri” -dichiara Daniela Bianchi, consigliera regionale del gruppo Pd e vice-presidente della Commissione Cultura in merito ai dati economici della Regione Lazio diffusi da diversi istituti di analisi.

“Sono segnali – prosegue Bianchi – che lasciano ben sperare e che ci dicono che siamo sulla rotta giusta per cambiare il Lazio e che gli interventi nell’area nord e sud della nostra provincia stanno dando i primi risultati. Ma non possiamo cullarci sugli allori. I numeri incoraggianti anche nelle assunzioni, con 1330 nuovi posti di lavoro in provincia di Frosinone nel secondo trimestre (dati  Uniocamere), si scontrano con le tante crisi locali nel settore industriale che hanno colpito la nostra provincia più di altre.  La sfida da vincere è quella di agganciarci a questa ripresa e puntare a reindustrializzare il Lazio con imprese forti, innovative e sostenibili facendo leva sulla nuova programmazione Ue”.

“Gli strumenti – conclude il Consigliere Pd – ci sono, a partire dalla nascita della Apea (Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate) e dall’uso efficiente dei fondi europei. La prossima occasione da raccogliere è la ‘Call for proposal’, l’azione che mette a disposizione delle PMI e enti pubblici oltre 70 milioni per finanziare progetti di rilancio locale. Abbiamo tutti gli strumenti per cambiare il  nostro territorio, e non possiamo fallire”.

Più informazioni su