Seguici su

Cerca nel sito

Severini: “Ancora centinaia di cartelle pazze, l’Amministrazione chiarisca”

Crescere Insieme: "Stiamo valutando, con un avvocato, tutte le azioni da intraprendere per tutelare i nostri concittadini" 

Più informazioni su

Il Faro on line – “Da cittadino e presidente di un’associazione non posso non constatare la diversa celerita’ della Fiumicino Tributi. Molto veloce nel comunicare a noi cittadini le scadenze delle tasse, molto meno nel redimere una questione che abbiamo sollevato un mese fa e che oggi ancora non vede luce, anzi. In questi giorni continuano a essere recapitate una montagna di Cartelle Equitalia. Multe risalente al 2010-2011, la maggior parte di esse gia’ pagate. Le lettere contengono anche le modalita’ per contestare le cartelle: recarsi al Giudice di Pace in via del Faro o alla Fiumicino Tributi in via del Serbatoio” – lo dichiara Roberto Severini, Presidente Associazione ‘Crescere Insieme’.

“Peccato – prosegue Severini – che Fiumicino un giudice di pace non ce l’abbia più e che la Fiumicino Tributi non sia più in via del Serbatoio. Non tutti però lo sanno e sono decine e decine le persone (soprattutto anziani) che si sono recati nei luoghi indicati rimanendo con un palmo di naso e tanti dubbi.Continuo a non capire come sia possibile che una mole così ingente di multe già pagate siano state inviate.
Colpa di un sistema informatico che rimette in circolo le cartelle senza aver preventivamente verificato la riscossione? Imperizia di qualcuno?
Ma soprattutto: i soldi che indebitamente sta incassando la Fiumicino Tributi come vengono registrati a bilancio? Tutte domande che continuano a non trovare risposta”.

“In queste settimane – conclude il comunicato – sono stati tantissimi a dover pagare multe già saldate: chi non trova più la ricevuta, chi invece non ricorda di aver saldato quella stessa multa. Oltre al danno pure la beffa. Come associazione territoriale stiamo facendo la nostra parte valutando, con un avvocato, tutte le azioni da intraprendere per tutelare i nostri concittadini. 

Più informazioni su