Seguici su

Cerca nel sito

Approvato il Regolamento sulla multifunzionalità per l’innovazione nel settore agricolo

Il consigliere Avenali: "La Regione Lazio punta sul settore dell’agricoltura"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Il regolamento approvato attiva diversi strumenti necessari per rilanciare un’agricoltura innovativa e di qualita’ tutela in primo luogo il patrimonio agricolo e paesaggistico e individua delle  attività a sostegno della produzione agroalimentare, come gli agriturismi e altre strutture ricettive rurali, le fattorie didattiche, gli agriasili, la trasformazione e vendita di prodotti tipici e agricoli, le attivita’ didattiche, socio-culturali, ricreative e terapeutiche-riabilitative” – cosi’ commenta il regolamento sulla multifunzionalita’ rurale presentato oggi dal presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, insieme all’assessore all’Agricoltura Sonia Ricci e all’assessore alle Politiche del Territorio Michele Civita.

“Tutti servizi – prosegue la Avenali – che promuovono il valore multifunzionale della nostra agricoltura, valorizzano il paesaggio e rendono la nostra regione più bella favorendo un nuovo turismo attento alla natura e perfettamente integrato con gli investimenti  sui cammini di fede che sta facendo la giunta Zingaretti. Il regolamento rappresenta un atto innovativo in materia di governo del territorio perché permette di recuperare edifici già esistenti con l’obbligo di mantenere in futuro la destinazione agricola, riconvertendoli senza alcun premio di cubatura in strutture che offrono servizi compatibili con l’agricoltura”.

“La Regione Lazio – conclude il Consigliere –  punta sul settore dell’agricoltura, valorizzandone l’aspetto multifunzionale, con l’obiettivo di contrastare il fenomeno della dismissione agricola, far crescere le imprese, aumentare l’offerta di servizi ai cittadini, avviare un processo di riqualificazione edilizia, accrescere l’occupazione e favorire un miglioramento ambientale, puntando sulla rigenerazione urbana e sull’efficientamento energetico. In questo quadro si inserisce perfettamente l’agricoltura a filiera corta sostenuta dalla proposta che ho presentato e che spero possa essere approvata il prima possibile ”.

Più informazioni su