Seguici su

Cerca nel sito

Pd Latina: “Fermiamo il trasformismo”

Agostini: "Quanto sta accadendo nel Partito democratico di Latina è il riflesso locale di un andazzo nazionale inaccettabile"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Quanto sta accadendo nel Partito democratico di Latina, in occasione delle primarie per il candidato sindaco, e’ il riflesso locale di un andazzo nazionale inaccettabile. La teoria del taxi verdiniano ha dunque epigoni locali, persone che non hanno nulla in comune con la storia del partito democratico e che faticano molto, spesso senza riuscirci, nche soltanto a definirsi di sinistra. A Latina e’ un’intera classe politica ed economica di destra che ha fallito nell’ultimo ventennio. Non la politica”- scrive sul suo sito internet Riccardo Agostini, consigliere regionale del Pd.

“Logica vorrebbe – prosegue Agostini – che ci si presentasse agli elettori con il nostro progetto di governo e con donne e uomini che possono portare avanti a testa alta questo progetto. Invece si apre a persone dalla storia politica lontana anni luce dai principi, dalle idee e dai valori del Partito Democratico, contrapponendole ad autorevoli esponenti del Pd, come il consigliere Forte, che avrebbero tutte le carte in regola per governare, e bene, una città messa in ginocchio da vent’anni di cattivo governo delle destre, conclusosi con le ingloriose dimissioni dell’ultimo sindaco Giorgi.
L’annacquamento del dna del Partito Democratico non porta da nessuna parte, se non verso cocenti sconfitte, come l’emorragia di consensi che recenti sondaggi misurano nel 15%, relegando in Partito Democratico a terza forza del Paese. La vocazione del Pd a parlare ad ampie aree del tessuto sociale del Paese non deve essere confusa con il più spudorato trasformismo”.

“Chiediamo dunque – conlcude il Consigliere regionale – al Segretario Regionale del Partito Democratico di creare le condizioni affinché davanti agli elettori di Latina si presenti una candidatura del Pd forte e credibile, con un ampio mandato a costruire una coalizione e un programma per governare Latina come le destre non sono state in grado di fare negli ultimi venti anni”.

Più informazioni su