Seguici su

Cerca nel sito

Scoppia il caso dossi artificiali

I lavori sono stati fin dal primo momento criticati per non essere stati realizzati secondo le norme del codice della strada

Più informazioni su

Il Faro on line – “Scoppia il caso dossi artificiali realizzati su due strade del territorio via di Santa Marina, antistante il cimitero monumentale e via Sassari alla Nuova Florida. I lavori pagati dal fondo della polizia municipale, che tra l’altro ha provveduto anche a bandire la gara d’appalto, sono stati fin dal primo momento criticati per non essere stati realizzati secondo le norme del codice della strada e quindi pericolosi. Per questo il consigliere Luca Fanco dopo le numerose telefonate ricevute da tanti cittadini, ha presentato regolare denuncia al Comandante della Polizia Locale, al Comando Tenenza Carabinieri Ardea e alla Procura della Repubblica di Velletri.

Fanco scrive: “Denuncia realizzazione rallentatori di velocità (dossi artificiali) in spregio alle norme vigenti che creano un pericolo alla pubblica incolumità. Con la presente il sottoscritto Consigliere comunale di maggioranza, nonché Capogruppo della Lista Civica Libertà e Legalità con Eufemi per Ardea a seguito di verifiche e controlli degli atti amministrativi del Comune di Ardea, denuncia quanto segue: I rallentatori di velocità (dossi artificiali) realizzati in data odierna nel territorio comunale di Ardea sono in spregio alle leggi vigenti e creano un pericolo alla pubblica incolumità” (Decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n. 495 Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 28 dicembre 1992, n. 303  Regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo codice della strada.  Titolo 2 – Costruzione e tutela delle strade Capo 2 Paragrafo 6 – Segnali complementari (Art. 42 Codice della strada)ARTICOLO 179  (Art. 42 Cod. Str.) Rallentatori di velocità).

Si chiede, con somma urgenza, la verifica ed il controllo di quanto sopra denunciato e se verificato, la rimozione immediata dei dossi artificiali, la denuncia all’Autorità Giudiziaria e la punizione dei responsabili nei termini di Legge.Rimanendo a completa disposizione per ulteriori ed eventuali delucidazioni”.

I dossi sono tutti fuori misura tanto che i cittadini scrivono indignati su face book, facendo notare che se la propria auto scampa alle buche si rompe per i dossi. Due sono stati realizzati su via di Santa Marina proprio davanti all’ingresso del cimitero, sugli stessi sono ben visibili i solchi lasciati da qualche auto, pur essendo stati zebrati per l’attraversamento pedonale. Cosa anomala per il dosso antistante l’ingresso del cimitero, che se un pedone lo percorre di corsa o distratto finisce nel sottostante slargo più basso di oltre un metro antistante la porta di ingresso del cimitero.

Ironica una anziana che andava a portare i fiori al defunto marito che ci ha detto: “se ci scapicolliamo risparmiamo anche i soldi del funerale facciamo come si suol dire casa e bottega”. Altri dossi sono stati realizzati  sempre difformi, su via Sassari per poterla ripristinare dopo dieci anni senza alcun incidente  a doppio senso di circolazione, creando diverse proteste da parte di tanti cittadini in primis dai frontisti che non potranno più parcheggiare in strada, oltre al fatto che per questa innovazione dovrà essere chiuso l’accesso al parcheggio di un supermercato stando a ridosso dell’uscita di via Sassari.

La strada larga otto metri necessita di marciapiedi per far camminare in sicurezza i pedoni e donne con carrozzino con prole a seguito. Va ricordato come lo stesso presidente del consiglio Fabrizio Acquarelli, in una riunione in municipio  per migliorare la viabilità del traffico alla Nuova Florida, chiese che prima di effettuare qualsiasi cambiamento viario nel quartiere si doveva realizzare un progetto generale della viabilità , proposta che ottenendo il consenso del sindaco, successivamente non mantenuto. Per il mancato impegno da parte del sindaco,  Acquarelli ancora una volta si è piegato alla volontà del sindaco senza sostenere la sua proposta.

Del resto sono tanti i cittadini che ritengono che con i ventimila euro da spendere per riportare i  due sensi di marcia su via Sassari si potevano tappare diverse buche sulle strade del quartiere, i quattro dossi sono costati circa 1.800,00 l’uno e che ora la ditta dovrà ristrutturare. Mentre un plauso dai cittadini della zona di Nuova Florida in zona Rio Verde   per quanto riguarda la segnaletica orizzontale realizzata su largo Roma, segno questo che la gente sa valutare le opere ben fatte e soprattutto ben funzionali.

Luigi Centore

Più informazioni su