Seguici su

Cerca nel sito

Cisl: “Chi gestirà il servizio porta a porta?”

Cecere (Cisl): ''La priorità rimane quella della difesa del posto di lavoro di tutti i dipendenti e la  stabilizzazione dei  precari''

Più informazioni su

Il Faro on line – Utilizzare tutta la forza lavoro di Latina Ambiente, compresi gli interinali che stanno aspettando la stabilizzazione da 7/8 anni nel nuovo servizio di igiene ambientale ed edilizia per il quale il comune si sta apprestando a indire il relativo bando di gara. Una posizione, quella del Sindacato, che e’ stata condivisa con tutti i lavoratori nel corso delle assemblee che si sono svolte in queste settimane. Visto lo stato piuttosto complicato della società, i cui vertici si sono dimessi e il cui futuro rimane appeso a un filo, induce tutti a una necessaria prudenza, ma questo non può certo far passare in secondo piano la delicata situazione di tutti quei lavoratori, che da troppo tempo attendono di essere stabilizzati, anche perchè sono parte integrante del piano industriale della Latina Ambiente.

Tutti attendono di conoscere i risultati della società che si sta occupando della definizione del debito tra il Comune e la Latina Ambiente, e che costituirà uno degli elementi determinanti tra il continuare ad operare o l’essere messa in liquidazione. Commenta Roberto Cecere, coreggente della Cisl che, di concerto con la Federazione di categoria, sta attentamente seguendo l’evolversi della situazione: “Siamo di fronte ad una vicenda estremamente complicata, nella quale non sono in ballo solo decine di posti di lavoro, ma anche un servizio delicato ed essenziale per tutto il nostro Comune. Come Cisl abbiamo chiaramente ribadito, sia al Presidente del Collegio Sindacale Prof. Quattrociocchi ed al sub commissario prefettizio dott Albertini, che la priorità rimane quella della difesa del posto di lavoro di tutti i dipendenti e la  stabilizzazione dei  precari”.  

”Attendiamo risposte concrete in tal senso -. ha continuato Cecere – Il timore, inoltre, è che nel comune di Latina arrivino a operare due società, una delle quali si occuperebbe solo del ritiro dei rifiuti tramite conferimento porta a porta; oggi la Latina Ambiente effettua, in gran parte dei borghi, questo tipo di servizio, non si comprende perchè non possa continuare a realizzarlo, magari potenziandolo, anche nel prossimo futuro. Questo consentirebbe  la stabilizzazione certa di tutti i precari”.

Più informazioni su