Seguici su

Cerca nel sito

Una serata per ricordare San Francesco

Salvatore Orsomando ha sottolineato l’importanza del messaggio di Francesco, semplice quanto mai attuale

Più informazioni su

Il Faro on line – Domenica 4 ottobre il sagrato della Chiesa di Santa Maria Maggiore a Cerveteri si e’ tinto dei colori dell’arte con il suggestivo adattamento teatrale multimediale di Agostino De Angelis. Lo spettacolo “S. Francesco – Santa Chiara e la Regula Francescana” ha visto una grande partecipazione di pubblico che, in occasione della celebrazione della memoria liturgica del Santo Patrono d’Italia, ha potuto assistere ad un evento poli-artistico in cui il canto del complesso corale “Donne tra le Note” del M° Anna De Santis e le musiche di Massimo De Santis si sono fuse ai versi, che hanno ripercorso i momenti più toccanti della vita del Poverello d’Assisi e della fondatrice dell’ordine delle monache clarisse, interpretati dalle voci recitanti Agostino De Angelis, Marco Scuotto e la giovanissima Eleonora Pini, con la partecipazione di Roberta Lautizi e Manila Travagliati della Comunità Parrocchiale.

Un appuntamento, questo, che, come spesso accade negli spettacoli di De Angelis, ha abbracciato anche il mondo coreutico con l’appassionato movimento coreografico dell’Etruria Dance Company di Alessandra Ceripa, e della settima arte con la video proiezione di immagini e filmati. Le tele di scena del Maestro d’arte Giuliano Gentile hanno inoltre arricchito il già suggestivo scenario. Con tale spettacolo le Associazioni Culturali Extramoenia e ArchèoTheatron, che ne hanno curato l’organizzazione, hanno presentato il programma di eventi culturali “Luoghi, Memorie e Personaggi della Storia”, ideato e diretto da De Angelis, che si svolgerà, in collaborazione con la Chiesa Santa Maria, nella persona di Don Valerio Grifoni, in occasione del Giubileo della Misericordia 2015/2016.

Il Presidente del Consiglio Comunale di Cerveteri, Salvatore Orsomando, intervenuto, ha sottolineato l’importanza del messaggio di Francesco, semplice quanto mai attuale, ringraziando, inoltre, il maestro De Angelis per la sua presenza sul territorio, sempre capace di fornire ai cittadini un servizio di grande levatura culturale.
Fotografia di scena di Valerio Faccini.

Più informazioni su