Seguici su

Cerca nel sito

Califano: “Aeroporto, caos occupazionale che ha penalizzato soprattutto Fiumicino”

Il Consigliere: "Ringrazio il Pd per aver presentato un' interpellanza al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali"

Più informazioni su

Il Faro on line – ”Voglio ringraziare personalmente la senatrice Pd Annamaria Parente per aver presentato un’interpellanza al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti, sullo stato di precariato che si vive all’interno dell’aeroporto Leonardo Da Vinci. Era una promessa che lei e il senatore Bruno Astorre avevano fatto a me e al sindaco Montino. Il Leonardo da Vinci, anche a causa di alcune scelte piuttosto particolari dell’ente gestore, da bacino occupazionale si è trasformato in un purgatorio. Ogni giorno ci sono aziende che chiudono, decine e decine di lavoratori che vengono ‘espulsi’ dal mondo del lavoro. Una situazione intollerabile.Dal 2008 a oggi, solo l’Alitalia ha ‘bruciato’ 2700 posti. Una ricaduta occupazionale e sociale pesantissima che ha penalizzato soprattutto Fiumicino” – commenta il Presidente del Consiglio Comunale di Fiumicino, Michela Califano.

”Tutto questo – prosegue – mentre ancora si ipotizza la realizzazione di un nuovo aeroporto di circa 1300 ettari (un’area grande quanto l’intera Isola Sacra quindi), accanto all’attuale scalo. È urgente, come più volte sia io che il sindaco Montino abbiamo sottolineato, garantire ai lavoratori ex Alitalia e quelli dell’intero comparto aeroportuale in crisi, la prosecuzione degli ammortizzatori sociali e la salvaguardia dei livelli occupazionali. Oltre che la convocazione di un tavolo urgente per discutere la situazione dell’aeroporto a 360 gradi, in particolare la questione Alitalia, Alitalia Maintenance Systems, delle società di handling come Groundcare e altre società di servizio e di commercio ormai a un passo dai primi licenziamenti”.

Più informazioni su