Seguici su

Cerca nel sito

Agricoltura, Agea: “Calcolati i titoli provvisori della Pac”

E’ stata pubblicata sul portale web Sian la formale assegnazione dei titoli provvisori spettanti a ciascuna azienda

Più informazioni su

Il faro on line – Il Comune di Montalto rende noto agli imprenditori agricoli che potranno conoscere l’importo dei titoli della Politica Agricola Comune (Pac) dal 2015 al 2020. Il 5 ottobre Agea (Agenzia per le erogazioni in agricoltura) ha infatti concluso la procedura per il calcolo e la prima attribuzione dei titoli provvisori attribuiti con la domanda di partecipazione al regime dei pagamenti diretti per il 2015. E’ stata quindi pubblicata sul portale web Sian la formale assegnazione dei titoli provvisori spettanti a ciascuna azienda. Ogni titolare può verificare la propria posizione completa sul portale www.sian.it alla pagina “consultazione pubblica registro titoli 2015-2020”, accedendo con il proprio codice fiscale o P.Iva.
 
L’attribuzione dei titoli provvisori riguarda esclusivamente il valore del “titolo base”, al quale dovrà essere aggiunto il valore riguardante il pagamento del “greening” e quindi successivamente eventuali aiuti accoppiati (grano duro, pomodoro, leguminose, ecc.) e/o aiuto giovani. Secondo quanto comunicato da Agea il valore del greening è il 50.16% del valore base. L’assegnazione è stata calcolata su tutte le superfici potenzialmente ammissibili dichiarate nel 2015 e a favore di tutti i titolari di domanda, indipendentemente dal possesso del requisito di agricoltore, in fase di accertamento e non tiene conto delle eventuali decurtazioni per “Guadagno insperato”. Non considera, inoltre, le richieste di accesso alla riserva né quelle di trasferimento di diritti. 
 
La definizione del portafoglio titoli provvisori è soggetta ad ulteriori verifiche da parte della amministrazione Agea; in particolare i valori indicati (24 euro/ettaro) per le aziende che hanno chiesto accesso alla riserva non deve essere considerato. I dati pertanto non solo sono provvisori ma anche in corso di progressiva evoluzione e devono quindi essere valutati e interpretati con la necessaria cautela. Un dato di certezza è invece che Agea ha la facoltà di pagare dal 16 ottobre 2015 un acconto della Domanda Unica 2015 fino 70% e fino all’85% per le domande agroambientali (come il biologico). Questa possibilità potrà essere concreta se Agea riuscirà a completare i controlli nei prossimi giorni e se il Ministero del Tesoro metterà a disposizione i relativi fondi. 
 
Si ricorda che il prossimo 15 ottobre è anche il termine entro il quale gli agricoltori possono manifestare la volontà di aderire al regime per i piccoli agricoltori.

Più informazioni su