Seguici su

Cerca nel sito

Approvato in Commissione il regolamento per il pascolo del bestiame

Antonelli: "Un atto necessario per il contrasto agli incendi dolosi criminali estivi"

Più informazioni su

Il Faro on line – In commissione Attività produttive Agricoltura, Caccia e Pesca e’ stato approvato il regolamento Fida Pascolo che regola l’uso civico del pascolo del bestiame sul territorio demaniale della citta’ di Fondi. Tale regolamento verra’ in seguito ad altri passaggi tecnici portato in consiglio comunale dove sara’ votato eapprovato definitivamente. “Dopo la mia richiesta di inizio estate di un incontro urgente per cercare di contrastare il fenomeno incendici si e’ riuniti di fatto solo a fine agosto, dove con la presenza di tutti i rappresentanti degli organicompetenti alla gestione del nostro territorio naturale collinare, si sono buttate giù delle idee per cercare dicombattere questo fenomeno doloso criminale, che ha mandato in fumo ettari di verde con tantissimialberi sul nostro territorio” – afferma Appio Antonelli del Movimento 5 Stelle Fondi.

“Qualche giorno prima di tale riunione – prosegue Antonelli –  è stato aggiornato il catasto incendi di Fondi che era dimenticato daqualche anno e ora si sta procedendo con questo secondo tassello dato dal regolamento Fida Pascolo chemancava del tutto nella nostra città.Nella commissione di oggi dove era presente anche il comandante della Polizia Locale Giuseppe Acquaroche ringrazio per alcune spiegazioni tecniche ricevute, sono intervenuto per esprimere il mio votofavorevole a tale regolamento, ma nel contempo ho invitato tutti i membri della commissione a esseremolto attivi nel perseguire l’obiettivo di lotta efficace agli incendi boschivi; ho affermato che l’impegnoprincipale dell’amministrazione Fondana è quello di arrivare a indirizzare un coordinamento tra le varieautorità ed enti addetti alla sorveglianza del territorio collinare, perché le norme e i regolamenti vannobene solo se fatti rispettare davvero”.

“Ideale e intelligente – spiega il penta stellato – è utilizzare le risorse economiche messe adisposizione per combattere questo fenomeno, non nella fase di spegnimento degli incendi bensì nella fasedi prevenzione, attraverso un piano ben delineato per mantenere sotto controllo tutte le aree a rischio, inmodo da risparmiare soldi pubblici e ottenere un risultato concreto in termini di salvaguardia dell’ambientenaturale. Ho ricordato infine che tale questione non va presa assolutamente sottogamba perché la qualità della vita ela salute, delle persone e di tutti gli esseri viventi, dipendono direttamente dalla qualità dell’ambiente in cuisi vive, gli alberi e la vegetazione sono importantissimi per l’ossigeno che producono, perché purificanol’aria che respiriamo, per mantenere sotto controllo il rischio idrogeologico e tanto altro”.

“Oltretutto – conclude Antonelli –  si protegge anche la bellezza del nostro territorio che rappresenta una ricchezza da sfruttare perla comunità Fondana.Quindi per ora sono soddisfatto, spero che si proceda per questo verso e soprattutto spero di non vedereincendi la prossima estate!”.

Più informazioni su