Seguici su

Cerca nel sito

Unicef e Oms: campagna di vaccinazioni antipolio in Ucraina

Il Faro on line - Le agenzie delle Nazioni Unite sono preoccupate per i ritardi che mettono a rischio la vita di 1,8 milioni di bambiniOttobre 2015 – A sei settimane di distanza dall’epidemia di polio in Ucraina, l’Unicef e l’Oms hanno predisposto delle azioni per una prima fase immediata di vaccinazioni anti polio nel Paese. Il 1 settembre il Ministro della Salute dell’Ucraina ha confermato due casi di polio. Sono stati riscontrati in bambini che vivono nella regione di Zakarpatska, nel Sud est dell’Ucraina.
Entrambi i bambini tra i 10 mesi e i 4 anni non erano stati vaccinati contro la malattia.Se non si interverrà subito, il virus potrebbe diffondersi in Ucraina, mettendo a rischio la vita di 1,8 milioni di bambini. Il rischio di una diffusione di ulteriori casi resta, a meno che non venga intrapresa subito una campagna di vaccinazione per fermare la trasmissione del virus.

Secondo le linee guida internazionali anche un sol caso di polio costituisce un’epidemia e richiede una risposta urgente perché la polio si diffonde velocemente, a meno che tutti i bambini non siano stati completamene vaccinati. L’epidemia e il basso tasso di vaccinazioni in Ucraina rischiano di minacciare la salute e il benessere dei bambini nel paese, così come anche lo status “polio free” (libera dalla polio) dell’Europa.L’epidemia può essere rapidamente fermata attraverso la vaccinazione dei bambini in tutta la nazione, somministrando tre dosi orali del vaccino, secondo le linee guida della Global Polio Eradication Inititative, in cui sono impegnati insieme OMS, Unicef e altri partner.

L’Unicef ha fornito 3,7 milioni di vaccini orali antipolio in Ucraina, grazie ai fondi del Governo del Canada. L’Oms ha confermato che i vaccini sono completamente sicuri e pronti all’uso.“Quanto più a lungo il virus della polio circolerà in Ucraina, tanto più alto sarà il rischio che questa epidemia si diffonderà e paralizzerà tanti bambini.

"Chiediamo a tutti i responsabili e agli operatori del sistema sanitario in Ucraina di intraprendere azioni immediate e di vaccinare tutti i bambini per fermare urgentemente la trasmissione del virus” - ha dichiarato Zsuzsanna Jakab, Direttore Regionale Oms per l’Europa -. Questi sono i primi caso di polio in Ucraina in 19 anni e rivelano la vulnerabilità dei bambini nel paese. “Le autorità governative hanno la responsabilità di proteggere i bambini contro questa malattia debilitante. Siamo soddisafatti perché oggi il 70% delle madri ucraine sono a conoscenza dei benefici delle vaccinazioni per proteggere i propri bambini. Il ciclo di vaccinazioni deve iniziare adesso,” ha dichiarato Marie Pierre Poirier, Direttore Regionale dell’Unicef.

I leader politici dell’Ucraina devono supportare le misure di risposta all’epidemia e lanciare una campagna di vaccinazioni nel paese per proteggere i bambini da una paralisi evitabile e una possibile morte.

Più informazioni su

Più informazioni su