Seguici su

Cerca nel sito

Usb: “Il disservizio sul trasporto scolastico non è dovuto alle assistenti”

Ciolella: "Non permetteremo nessuna strumentalizzazione sulle lavoratrici che hanno svolto in piena regola il loro incarico"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Nella giornata di ieri è scoppiata una polemica sul trasporto scolastico del comune di Fiumicino. Notizie stampa riportano che alcuni bambini sarebbero rimasti a terra per il ritardo delle iscrizioni. L’impossibilita’ di far salire alcuni bambini sul bus scolastico da parte delle assistenti, non e’ nata da un eccesso di zelo, ne tanto meno da una volonta’ di recare danno agli utenti. Ma dalla mancanza di una direttiva chiara su come affrontare l’emergenza dei ritardi alle iscrizioni e della mancanza di liste aggiornate per la verifica  degli iscritti anche regolari” -lo dichiara Susi Ciolella, dell’escecutivo provinciale confederale Usb.

“Le assistenti – continua Ciolella -, che avevano comunicato preventivamente alle famiglie l’impossibilità di prendere a bordo del bus scolastico i bambini, per mancanza delle necessarie autorizzazioni, hanno semplicemente seguito le direttive impartite.
Non e’ pensabile in alcun modo che le lavoratrici debbano prendersi responsabilità che non gli competono e che rischiano di contravvenire anche a norme di sicurezza”.

“Da tempo – rilancia Ciolella -, le lavoratrici segnalano, nelle sedi di competenza, il rischio di un ‘esplosione’ della situazione e la necessità di un intervento immediato e comunicazioni chiare sulla procedura da attuare”.
 
“Non permetteremo – conclude l’Usb – nessuna strumentalizzazione sulle assistenti del trasporto  scolastico, che da anni lavorano con professionalità e competenza per un servizio cosi importante per la collettività e che in questa situazione hanno svolto in piena regola il loro incarico”.

ARTICOLO CORRELATO:
Trasporto scolastico, gravi disagi: eccesso di zelo o responsabilità dell’Amministrazione?
 

Più informazioni su