Seguici su

Cerca nel sito

Il Centenario della Prima guerra mondiale nel nostro Comune

L’iniziativa rientra nel Programma ufficiale di commemorazioni a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri

Più informazioni su

Il Faro on line – Come auspicato dalla Presidenza della Repubblica, anche il Comune di Fondi e’ partecipe delle iniziative nazionali per il Centenario della Prima guerra mondiale, ritenendo doverosa l’opera di conservazione della memoria e di analisi e riflessione storica sul conflitto. A tal fine l’Amministrazione comunale si e’ fatta promotrice di un programma di eventi, articolato da domenica 18 a venerdì 30 ottobre prossimi, condiviso con Regione Lazio, Parco Naturale Regionale Monti Ausoni e Lago di Fondi, Sistema Bibliotecario Sud Pontino e Associazione Giuseppe De Santis. Domenica 18 alle ore 18.30 avrà luogo presso il Castello Caetani un convegno sulla Prima guerra mondiale, cui seguirà l’inaugurazione del museo itinerante “Mito e realtà della Grande guerra nella memoria del territorio dell’attuale provincia di Latina”.

L’iniziativa, a cura di Clemente Ciammaruconi, Pier Luigi De Rossi e Giovanni Pesiri, rientra nel Programma ufficiale delle commemorazioni del centenario della Prima guerra mondiale a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Struttura di Missione per gli anniversari di interesse nazionale. Sono previsti interventi di Salvatore De Meo, Sindaco di Fondi; Beniamino Maschietto, Assessore alla Cultura e Politiche della Scuola; Clemente Ciammaruconi, Isalm – Istituto di Storia e Arte del Lazio Meridionale di Anagni; Maurizio Tognali, Società Storica per la Guerra Bianca. Il convegno sarà moderato da Giovanni Pesiri.Nato con l’intenzione di focalizzare l’attenzione di un vasto pubblico sui riflessi del conflitto in diversi Comuni oggi compresi nella Provincia di Latina – Cori, Cisterna, Fondi, Gaeta, Sezze, Terracina – il progetto del museo itinerante ha puntato a evidenziare il carattere epocale degli eventi del 1914-1918, testimoniando innanzitutto la dialettica tra memoria e oblio in cui furono coinvolti tanti uomini e donne che in quegli anni, nelle trincee come sul “fronte interno”, lottarono, soffrirono e persero la vita.

A tale scopo il gruppo di lavoro coinvolto, composto da una decina tra archivisti, storici e ricercatori, ha condotto un’ampia esplorazione sia degli Archivi comunali del territorio interessato sia dei fondi conservati presso l’Archivio centrale dello Stato, negli Archivi di Stato di Roma, Latina e Caserta, nell’Istituto per la Storia del Risorgimento italiano di Roma. In maniera parallela, la ricerca ha poi riguardato vari archivi e collezioni di privati, in cui si sono rinvenuti cimeli, lettere e fotografie d’indubbio interesse, che i proprietari hanno messo a disposizione con grande generosità. I materiali raccolti hanno consentito di allestire un percorso espositivo di oltre quaranta pannelli, che analizza il conflitto su tre piani differenti: “La Prima guerra mondiale e l’Italia”, “Il territorio della provincia di Latina negli anni del conflitto” e “I riflessi della Grande guerra nelle realtà locali”.

Nei giorni successivi e fino a venerdì 30 sono previste molteplici iniziative, che avranno luogo nel Palazzo Caetani, nell’Auditorium comunale e nella Sala Carlo Lizzani: concerti corali e strumentali a cura degli Istituti Comprensivi Gonzaga – Milani (classi di V Elementare e III Media), Garibaldi e Aspri – Amante; proiezioni dei film “La grande guerra” di Mario Monicelli e “Joyeux Noël – Una verità dimenticata dalla storia” di Christian Carion, riservate agli studenti; la presentazione del libro “La migliore gioventù” sugli sportivi italiani coinvolti nella Grande guerra; l’incontro dal titolo “Dentro il ventre della terra: memorie di fuoco” a cura del Direttore del Parco Naturale Regionale Monti Ausoni e Lago di Fondi Crescenzo Fiore, cui seguirà la proiezione del film di Ermanno Olmi “Torneranno i prati”, e in conclusione il concerto del coro “Città di Fondi”.

Più informazioni su