Seguici su

Cerca nel sito

Il Real Podgora scende in campo contro il Ceccano

Tonazzi: “Stiamo crescendo, ora c’è bisogno di continuità”

Più informazioni su

Il Faro on line – Fino ad ora fuori casa grande orgoglio ma zero punti, tra le mura casalinghe peroì il Real Podgora e’ partito forte. La voglia di vincere è sempre la stessa. Tonazzi: “Stiamo crescendo, ora c’e’ bisogno di continuità” Dopo due orgogliose prestazioni fuori casa ed un secco successo casalingo il Real Podgora torna tra le mura casalinghe nel tentativo di mantenere intatta l’imbattibilità del Fabiani e cominciare a dare continuità a questo avvio di stagione. I miglioramenti ci sono, questo è evidente. La squadra fa progressi ed anche il corso della partite lo sta dimostrando ma contro il Ceccano si scenderà in campo (sabato ore 14.30 al Fabiani di Borgo Sabotino) con il solo obiettivo della vittoria.

Bisogna farlo per tanti motivi, non ultimo quello di presentarsi ad Alatri, tra una settimana, con due ko di fila sul groppone. In casa borghigiana però regna da sempre grande serenità anche perché in queste ultime settimane il gruppo ha avuto la possibilità di allenarsi con continuità. “Siamo in crescita e lo sappiamo – ha detto il presidente borghigiano Tonazzi – ma è normale che poi si aspettano anche le risposte dal campo. Fino ad ora, anche nel ko di sabato scorso, ho visto tanti miglioramenti ed i ragazzi hanno sempre dato il massimo. L’amalgama si sta creando e questo può solo che fare bene all’intero gruppo. I giovani hanno già dato saggio delle loro grandi qualità mentre i senior si stanno confermando”.

”Vincere a Minturno non era facile – conclude Tonazzi -, noi ci abbiamo provato fino alla fine e credo che abbiamo fatto una gran bella figura contro una squadra di grande qualità. Aver ben figurato con una big come il Minturno, però non deve distogliere l’attenzione dalla prossima sfida perché con il Ceccano dovremo ripartire da zero e riavvolgere il nastro. Mi fido dei ragazzi, mi fido del nostro allenatore, basta solo non abbassare la guardia e la continuità arriverà”.

Più informazioni su