Seguici su

Cerca nel sito

In arrivo la Cittadella del Tennis. Bandita la gara d’appalto per l’affidamento dei lavori

Il Sindaco: "Rappresenta uno degli obbiettivi del nostro programma elettorale. Ci consente di liberare un’area per la risistemazione di Gaeta Medievale"

Più informazioni su

 Il Faro on line – Al via la gara d’appalto per l’affidamento dei lavori di realizzazione della Cittadella del Tennis, nella zona “Il Colle” a Gaeta. Un impianto all’avanguardia che andra’ a sostituire quello attualmente ubicato nel Centro Storico di Gaeta S. Erasmo. “Un’operazione di duplice valenza sia in termini di migliore funzionalita’ sportiva che nell’ottica della riqualificazione di una zona storica di importanza strategica dal punto di vista turistico-economico” -. tiene a precisare il sindaco Cosmo Mitrano.

”Lo spostamento dei campi da tennis – continua il Sindaco – rappresentava uno degli obbiettivi del nostro programma elettorale, nella piena convinzione, oggi rafforzata, che avrebbe consentito, innanzitutto, di ‘liberare’ un’area di vitale importanza per la risistemazione complessiva di Gaeta Medievale. Inoltre si è voluto dotare l’utenza sportiva interessata di un impianto decisamente al passo con i tempi, in cui sarà possibile svolgere l’attività del tennis in condizioni ottimali. Un’altra grande opera per lo sport locale, ancora un obbiettivo raggiunto dalla nostra Amministrazione”.

“L’idea progettuale, redatta da un esperto in materia, l’Arch. Gianni Biondi, membro della Giunta Regionale del Coni ed ex Presidente Provinciale dello stesso Ente sportivo, prevede – spiega l’assessore allo Sport, Gigi Ridolfi – la realizzazione di una vera e propria cittadella del Tennis dotata di tre campi (uno per il singolo e due per il doppio), contigui, tutti con omologazione internazionale e con la predisposizione per realizzare adeguata copertura a due di essi. Una tribuna per circa 110 posti, con accesso autonomo a servizio del campo centrale. All’interno della struttura saranno ospitati: un ufficio per la direzione-segreteria, una palestra per attività ginnico-motoria di base e un locale sauna, un ambiente per il pronto soccorso-medicheria e fisioterapia completo di proprio servizio, spogliatoi, servizi igienici esterni agli spogliatoi, un’area bar-ristoro e ambienti per il deposito”.

”La cittadella del tennis – continua l’Assessore – sarà all’insegna dell’ecosostenibilità: prevista infatti l’installazione di pannelli fotovoltaici, proiettori Led a basso consumo per l’illuminazione dei campi da gioco, pannelli solari termici per la produzione dell’acqua calda. Importante l’attenzione all’abbattimento delle barriere architettoniche: l’intero impianto, infatti, in ogni sua area sarà accessibile ai diversamente abili”.

Il termine ultimo per la presentazione delle offerte da parte delle imprese interessate  è fissato al 27 novembre 2015. Il costo dell’opera si aggira intorno agli 800.000 euro, finanziati dall’Istituto per il Credito Sportivo, dalla Cassa Dd.Pp, e da fondi comunali. In merito al finanziamento del Credito Sportivo ricordiamo che si tratta di un vecchio mutuo contratto dal Comune e finalizzato alla costruzione di un bocciodromo. Nel 2014 il governo cittadino è riuscito a recuperarlo e, con atto specifico, ha deliberato il suo diverso utilizzo, destinandolo in parte allo svolgimento dei lavori al Campo Riciniello, oggi al rush finale ( €. 630.000,00) ed in parte alla realizzazione del primo stralcio dei lavori per la Cittadella del Tennis (€.486.808,27).

Il Sindaco Mitrano e l’Assessore Ridolfi esprimono un sentito ringraziamento per l’ottimo lavoro svolto dagli uffici tecnici comunali, dal responsabile del procedimento Ing. Benedetto Di Nitto, e dal progettista Arch. Biondi. Infine ancora una buona notizia per lo sport gaetano: “L’Istituto per il Credito Sportivo – annuncia Ridolfi – ha accolto la nostra richiesta di finanziamento per un importo di circa 3 milioni di euro, destinati alla costruzione del Palazzetto dello Sport, in Via Venezia. Altro goal per la nostra Amministrazione, che sta lavorando sodo per ridare allo sport cittadino la dignità che merita per abnegazione, sacrificio e risultati ottenuti”.

Più informazioni su