Seguici su

Cerca nel sito

Una massiccia azione di contrasto alla criminalità compiuta dai Carabinieri

Sei persone arrestate e due denunciate in stato di libertà

Più informazioni su

Il Faro on line – Una massiccia azione di contrasto alla criminalita’ e’ stata compiuta negli ultimi due giorni dai Carabinieri della Compagnia di Ostia: sei persone arrestate e due denunciate in stato di liberta’.
Ostia: carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno arrestato due cittadini tunisini di 34 e 54 anni, pregiudicati e senza fissa dimora, con l’accusa di rapina in concorso, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Tutto e’ successo in un negozio di alimentari in via dei Remi. Si stava avvicinando l’ora di chiusura quando un’impiegata si è accorta che uno sconosciuto, dopo aver prelevato una bottiglia di birra dal relativo scaffale, si stava dirigendo verso l’uscita senza passare per le casse. La condotta ha obbligato la donna a intervenire chiedendo all’uomo di pagare o di restituire la merce. Questi, di tutta risposta, l’ha aggredita e scaraventata a terra. Un cliente che si trovava in fila alle casse è intervenuto in aiuto della malcapitata, ma è stato anch’egli colpito con un pugno al viso. Ostia.

Il ladro è riuscito a fuggire per le vie limitrofe. Alcuni clienti sono subito usciti per chiamare aiuto ma sono stati raggiunti da bottiglie in vetro lanciate da uno straniero, complice del ladro, ch’era rimasto fuori al negozio. In quel momento sono arrivati i carabinieri che, quando si sono avvicinati all’uomo per arrestarlo, hanno subito una forte resistenza, con un malvivente che, durante la cattura, è riuscito a sferrare un calcio all’addome ad uno dei militari, procurandogli la frattura di due coste. L’uomo è stato comunque immobilizzato e arrestato con l’accusa di rapina in concorso, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Qualche minuto più tardi, in una via limitrofa, i carabinieri hanno rintracciato e arrestato il ladro che aveva cercato di far perdere le proprie tracce; lui invece risponderà di rapina in concorso.  

Durante un intervento operato la notte di giovedì in Piazza dei Canotti, gli stessi carabinieri hanno arrestato un “topo d’appartamento”; si tratta di un cittadino egiziano di 25 anni, sorpreso mentre tentava di intrufolarsi nell’abitazione di una donna africana. Anche in quest’occasione, il malvivente ha sferrato un calcio a uno dei carabinieri che, dopo un breve inseguimento a piedi, era riuscito a bloccarlo; in pochi attimi l’uomo è stato immobilizzato e ammanettato.

Fregene-Maccarese: Durante un mirato servizio finalizzato a reprimere il fenomeno della prostituzione in via della Muratella, i carabinieri della Stazione di Fregene hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria due donne di nazionalità romena, di 26 e 28 anni, entrambe residenti a Roma, per aver violato il “Foglio di via obbligatorio”. Il 13 novembre 2014, infatti, il Questore di Roma, aveva intimato loro di non far più ritorno nel Comune di Fiumicino. Oltre alla denuncia, alle due donne è stata elevata una contravvenzione di 450 euro, per aver violato l’ordinanza antiprostituzione emessa dal Sindaco il 20 ottobre 2014. Lo stesso provvedimento amministrativo è stato poi adottato nei confronti di altre due donne: una bulgara residente a Ladispoli e l’altra, romena, residente a Roma, perché sorprese ad esercitare la prostituzione in strada. 

Ponte Galeria: I Carabinieri della Compagnia d’Intervento Operativo del 6° Battaglione “Toscana” hanno arrestato un trans colombiano di 53 anni, residente a Roma e noto alle forze dell’ordine, con l’accusa di resistenza ed oltraggio a pubblico ufficiale, lesioni personali e danneggiamento aggravato. Durante un normale servizio di prevenzione, l’uomo, evidentemente ubriaco, ha aggredito ed offeso i carabinieri che erano intervenuti poco prima in via Portuense 1440 per sedare una lite che aveva avuto poco prima con il compagno convivente, romano di 38 anni. Quando i militari si sono avvicinati per indurlo alla calma, l’uomo li ha aggrediti con calci e pugni, ferendo lievemente uno di essi, e danneggiando l’auto di servizio con una bottiglia di vetro che aveva lanciato contro il compagno.

I Carabinieri della Stazione di Ponte Galeria hanno, poi, arrestato un sorvegliato speciale romano di 62 anni, per aver violato le prescrizioni che gli erano state imposte dall’Autorità Giudiziaria. L’uomo, che tra le prescrizioni imposte vantava il divieto di allontanarsi dal luogo di residenza senza l’autorizzazione dell’Autorità e di non accompagnarsi a pregiudicati, dal 17 settembre scorso si era reso irreperibile. A seguito di una specifica attività d’indagine, l’uomo è stato rintracciato e arrestato in un bar in via dell’Acqua Fredda insieme a una pregiudicata.

Acilia: I Carabinieri della Stazione di Acilia hanno arrestato un pusher del luogo con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale. Si tratta di un noto pregiudicato romano di 28 anni. I militari gli hanno intimato l’alt in via Tancredi Parmegiani, dove viaggiava a bordo di un’Audi A3; il malvivente ha finto di rallentare la marcia per poi fuggire a gran velocità. Ne è scaturito un breve inseguimento che si è terminato pochi metri più avanti dove si è scontrato con una Renault Twingo. Durante la perquisizione, è stato trovato in possesso di 10 involucri di cocaina e 250 euro provento dell’illecita attività.

Più informazioni su