Seguici su

Cerca nel sito

Coppa Europa Wadokai, intervista a Massimo Di Luigi e Francesca Sini

La delegazione azzurra Fiam sarà accompagnata dal vice presidente Di Luigi e guidata sul tatami, della capitana Sini

Più informazioni su

Il Faro on line – ”E’ tutto pronto per la prossima edizione della Coppa Europea Wadokai di karate, che si terra’ a Lussemburgo, nel week end, del 30 e 31 ottobre. I migliori atleti di ogni nazione del vecchio continente, si sfideranno sui tatami belga, per conquistare il gradino piu’ alto del podio. Per l’Italia, i campioni partecipanti saranno circa 35 e la Fiam, la Federazione Italiana Arti Marziali, come di sua abitudine, sta organizzando una trasferta molto importante, per tutto il movimento azzurro: “E’ una gara molto sentita dalla nostra organizzazione. Il livello tecnico è abbastanza buono e tutti amano misurarsi. Non tutti fuggono il confronto e con questo spirito, abbiamo formato un gruppo, molto coeso e costituito da atleti preparati” -. spiega Massimo Di Luigi, Vicepresidente della Fiam

Sarà lui ad accompagnare la delegazione italiana, in terra belga e oltre ai numerosi azzurri impegnati sul tatami, molti saranno anche gli arbitri e i tecnici al seguito: ”Lo scorso anno, la organizzammo noi a Varese – sottolinea il Maestro Di Luigi -. La ricorrenza è annuale e quest’anno spetterà a Lussemburgo”. Saranno tantissime le nazioni partecipanti, ben 25, come lui stesso dichiara: ”Le nazioni che vi partecipano gravitano quasi tutte, all’interno della Wkf, che è l’altra sigla, di livello mondiale, che stabilisce le regole del karate nel mondo”. Ha sempre ben figurato l’Italia, in queste competizioni internazionali e per l’edizione 2015, la delegazione azzurra è ben amalgamata e agguerrita: ”Questa rappresentanza esce da una gara preliminare, che fu svolta lo scorso 24 maggio a Palestrina – continua a spiegare il vice presidente della Fiam – la Coppa Italia Wadokai.
Essa prevedeva l’individuazione degli atleti più interessanti, che erano arrivati al podio”.
 
Di Luigi, che è anche membro della Commissione Europea Wadokai, si augura che a Lussemburgo, gli atleti azzurri possano conquistare tante medaglie, come di loro consuetudine: ”Nelle edizioni precedenti, i nostri atleti della Fiam, in maniera particolare, hanno sempre ben figurato, salendo anche i più alti gradini del medagliere. L’auspicio è che avvenga anche per questa volta”. Come presidente e fondatore dell’Asd Yoshokan, Di Luigi racconta della partecipazione, di una delle atlete italiane che hanno ottenuto più vittorie nel mondo, tesserate con il dojo lidense e di cui Il Faro on line, ha raccontato la carriera nelle sue interviste precedenti: ”Ancora una volta, partecipa Francesca Sini, eletta a furor di popolo, capitana della Delegazione italiana. Parteciperanno insieme a lei atleti in rappresentanza di tutte le regioni italiane”.

Sta nascendo, dopo un lavoro di preparazione, durato anche qualche anno, come Di Luigi dichiara, una nuova organizzazione sportiva che unificherà le diverse sigle italiane, rispetto al karate : ”Si chiama Unika. Ci auguriamo porti bene al karate italiano. La Fiam è una delle promotrici di questa struttura organizzativa. Verrà presentata alla Coppa Europa di Lussemburgo”. In seguito, spiega le motivazioni di questa iniziativa: ”Si sente la necessità di una unificazione, in senso assoluto e generale”. Nel weekend successivo, quello del 17 e 18 ottobre, a questa intervista realizzata con Massimo Di Luigi, come lui stesso racconta, si è svolto a Koper, in Slovenia, un Campionato della Uwk: ”Essa è una sigla nata recentemente. Vorrebbe raccogliere le diverse organizzazioni mondiali”. Anche la Wkc è stata presente, in questa occasione, come racconta ancora Di Luigi, e non solo alla gara stessa, ma anche al Congresso organizzato.

Il Faro on line ha incontrato anche la pluricampionessa mondiale Wkc, Francesca Sini, che ha confidato ai suoi lettori le sensazioni e aspettative, rispetto al prossimo appuntamento europeo: ”E’ la seconda volta che vado a Lussemburgo – spiega la capitana azzurra, che nell’edizione italiana 2014 vinse un oro nel kumite a squadre – fisicamente mi sento bene. Sto integrando la preparazione atletica, con gli allenamenti di karate”. E’ stata una grande soddisfazione, per lei, essere convocata: “Per la Wadokai, è il quarto torneo al quale partecipo”. Non è facile tuttavia, integrare gli impegni sportivi con quelli del lavoro. Lei lo spiega in questo modo: “Faccio un po’ fatica, perché gli impegni sono tanti, ma sto facendo del tutto per impegnarmi ed integrare anche i miei impegni sportivi”. L’elenco degli atleti, partecipanti alla Coppa Europa Wadokai, è stato diramato nel mese di settembre, subito dopo il raduno consueto della Fiam: ”Ci sono state le convocazioni – spiega Francesca – ho quindi, ripreso l’allenamento tipico da gara. Fisicamente sto bene ed anche di testa”.

Tuttavia, in previsione di un appuntamento così importante, la preparazione va perfezionata: “Vanno migliorati, sempre, gli ultimi accorgimenti della gara – racconta la campionessa mondiale di Riga, sottolineando le particolarità tattiche e tecniche – sono la distanza e il tempismo nella scelta d’azione, ad esempio. E stare tranquilla è la cosa più importante”. Francesca sarà protagonista di due gare nello specifico: quella del kata individuale e quella del kumite a squadre. La sua previsione è questa: ”Spero sempre che la gara vada bene – dice timidamente – rispetto al lavoro di preparazione svolto – continua sorridendo. E conclude decisa – si spera sempre il meglio”. Quando Il Faro on line le chiede se immagina di essere già in terra belga, lei dichiara: “A volte succede. Magari cerchi di replicare le situazioni che trovi in gara – dichiara e continua – in fondo, l’allenamento rispecchia ciò che accade poi, sul tatami. Succede spesso di simulare in allenamento, tutte le situazioni che nel combattimento possono verificarsi, in modo che – conclude Francesca – quando sei in gara, riesci ad utilizzare la tattica giusta”. 
Si accenderanno dunque ancora le luci europee, sulle azioni e sulle competizioni azzurre. I tifosi italiani del karate attendono tante medaglie.

Le Informazioni e l’elenco completo dei partecipanti alla Coppa Europa Wadokai, possono essere trovati al seguente indirizzo: http://www.fiamsport.it/2013/?p=3675

Alessandra Giorgi

Più informazioni su