Seguici su

Cerca nel sito

Servizio mensa scolastica, un problema di equita’

Graziosi: "Si è dovuto aspettare una seria crisi economica nazionale per giungere alla conclusione che qualcuno approfittava della comunita'"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Ancora una volta il sociale viene affrontato in modo inadeguato e inefficace, la vicenda pagamento del servizio mensa da parte delle famiglie di Ardea da sempre rappresenta un problema di equita’, ma la soluzione a cui si e’ arrivati e’ a dir poco ridicola, decidere di eliminare un numero di alunni dal servizio perchè morosi non sembra essere una decisione saggia, i bambini devono veder garantito il servizio in nome del ruolo pubblico che la scuola stessa esercita nella nostra società. E non solo perchè i bambini devono poter sentirsi tutti uguali, ma anche perchè eliminando le richieste ai posti mensa, rischiamo di vederci abolite le classi a tempo pieno, cosi’ difficili da ottenere” – afferma con forza M. Graziosi del Partito della Rifondazione Comunista di Ardea.

“Si è dovuto aspettare una seria crisi economica nazionale – prosegue Graziosi – per giungere alla conclusione che qualcuno approfittava della comunità, ma chi fino ad ora negli anni ha taciuto, favorito, alimentato questa ingiustizia non paga, a pagare sono sempre gli onesti, che invece da sempre sostengono con il loro contributo un servizio preziosissimo. Crediamo possibile trovare una soluzione che non penalizzi i minori, e non metta in difficoltà l’ istituzione scuola e la sua già faticosa organizzazione. L’isee, come riferimento fa acqua da tutte le parti lo vediamo anche nel caso del diritto all accesso al servizio di assistenza domiciliare. Da troppi anni questo comune ha dormito sull equità di elargizione dei servizi, rendendo il diritto una guerra tra poveri a volte tra truffatori”.

“Fare appello al senso civico appare superfluo – conclude la nota – chiediamo che il comune  si impegni a trovare una soluzione democratica e civile, per questo invitiamo il sindaco gli assessori preposto e tutta la cittadinanza, a partecipare a un assemblea pubblica, atta a discutere e trovare soluzione a questa incresciosa situazione, che purtroppo si verifica da troppo tempo. La comunità coinvolta deve essere consultata per proposte e suggerimenti, e ha il dovere di salvaguardare i bambini, e trasferire loro il senso di giustizia sociale, troppo spesso calpestata ad Ardea. Sabato 31 Ottobre presso la piazza del patio a tor san lorenzo, saremo presenti con il nostro gazebo”.

Più informazioni su