Seguici su

Cerca nel sito

Sindacato Sap: “Carenza cronica di personale e di risorse in Commissariato”

Il Vice Segretario Provinciale Sap: ''63 operatori di Polizia per circa 80 mila abitanti. Basta tagli e blocco del turn over, non si può risparmiare sulla Sicurezza''

Più informazioni su

Il Faro on line – ”Nel corso degli anni abbiamo effettuato, in solitaria, numerose forme di protesta per rappresentare alla cittadinanza nonche’ alle Istituzioni la situazione di disagio in cui versano i commissariati di Polizia periferici, nello specifico il commissariato di Polizia Fiumicino. La nostra campagna ci ha visto anche incontrare il Sig. Questore di Roma, Dirigenti della Prefettura e il Dirigente del Commissariato di Fiumicino chiedendo l’implemento di nuovi Agenti. Di certo non vogliamo perseguire finalità e strumentalizzazioni politiche, ma come cittadini sentiamo il dovere civile di denunciare la situazione” – dichiara Il Vice Segretario Provinciale Sap.

”Abbiamo giudicato positivamente – prosegue il comunicato – l’apertura del posto di Polizia presso il presidio sanitario di Fregene poiché si sdoganava dalla politica precedente di chiusura ed accorpamento. Ma la situazione non è migliorata, tutt’altro; nel comune di Fiumicino vi sono circa 63 operatori di Polizia per circa 80 mila abitanti: un agente ogni 1260 residenti o poco meno e questo rappresenta un dato allarmante, con un numero così esiguo di operatori, diventa chiaro come è possibile per loro, oltre ai compiti istituzionali, quali porto d’armi, passaporti, Uepi (denuncia reati) Anticrimine nonché l’amministrativa, monitorare un territorio vasto, con dieci località disseminate tra mare e campagna, tra arterie ad alto scorrimento e nuclei urbani isolati per chilometri, dove non è possibile comunicare neanché via telefono cellulare”.

”Un problema Nazionale – conclude il comunicato – a cui il Governo deve urgentemente effettuare una inversione di tendenza, non solo proclami ma fatti … (siamo passati dalla sicurezza chiacchierata dell’Amministrazione di centrosinistra a quella dei quotidiani patti per la sicurezza e di nuovo ai proclami). 
Basta tagli e blocco del turn over, non si può risparmiare sulla Sicurezza. Si deve, al contrario, investire (nuovi concorsi e nuovi agenti al commissariato) perché la parola sicurezza non sia soltanto uno slogan elettorale ma un bene primario che abbiamo il dovere di garantire ai nostri figli e e alla collettività”.

Più informazioni su