Seguici su

Cerca nel sito

Un treno a Fiumicino: la tua firma per uscire dal silenzio… per un Futuro migliore!

Movimento Comune Autonomia e Libertà: "Parte la raccolta firme. E' necessario agire per perseguire l’obiettivo di  ri-portare il treno a Fiumicino"

Più informazioni su

Il Faro on line – “A Fiumicino serve la ferrovia. E’ stata la prima azione con cui siamo usciti dal ‘silenzio’. Questo era lo scopo dell’Assemblea di venerdì 16 ottobre svoltasi presso il Teatro dell’Episcopio di Porto. La grande partecipazione e le molte discussioni nate sul tema hanno dimostrato ancora una volta che i cittadini vogliono informazioni e partecipare attivamente alla risoluzione dei problemi. La seconda azione è ‘agire’. Usciti dal Silenzio è necessario agire per perseguire, l’obiettivo di  ri-portare a Fiumicino il Treno.
Qualcuno deve obbligatoriamente dare una risposta in merito al Protocollo d’Intesa firmato tra Comune di Fiumicino, Ferrovie dello Stato e Cotral che prevedeva  la realizzazione della Fermata Porto di Traiano” – lo dichiara in un comunicato Domenico Ruggiero Perna, presidente del Movimento Comune Autonomia e Libertà.

“Per forzare l’inizio di discussioni sul tema ferrovia all’interno dell’Amministrazione i cittadini devono necessariamente partecipare e far sentire la propria voce – aggiunge il consigliere Cal, Maurizio Ferreri -. Per questo motivo inizieremo la raccolta firme sia per la nuova fermata ferroviaria e sia per far avere ai residenti un biglietto integrato come quello del Comune di Roma. Vogliamo dimostrare ancora una volta che quella della mancanza di un Treno a Fiumicino è un grande problema vissuto dai cittadini”.

In merito al biglietto i cittadini continuano a segnalare anche l’assurdità della tratta Parco Leonardo-Aeroporto Fiumicino una Fermata, 5 minuti di treno Costo 8 euro.

“Possibile che nessuno ha posto il problema a Trenitalia – prosegue Ferreri -. Perché? L’aeroporto si trova sul Comune di Fiumicino e i residenti devono pagare 8 euro per arrivarci da Parco Leonardo? Iniziamo una discussione con Trenitalia e Regione.
Basta rimanere in silenzio, i cittadini devono far sentire la loro voce, solo così possiamo arrivare a ri-avere il Treno a Fiumicino”.

“Come Riuscirci? Necessaria una grande mobilitazione cittadina guidata dal Sindaco.
Non un’azione sporadica o solo dimostrativa, ma un’azione costante nel ricordare la ‘grave ferita’ inferta a Fiumicino con l’eliminazione della Stazione Ferroviaria – conclude il comunicato -.

Chiediamo a tutti, un impegno comune per riportare il treno a Fiumicino. 

E’ possibile firmare Sabato 31 ottobre 2015 dalle ore 10:00 alle 13:00 presso la Parrocchia Santa Maria Porto della Salute Via degli Orti 29-31
Per informazioni: movimentocalfco@gmail.com          

Più informazioni su